Educare il cucciolo di labrador a non mordere oggetti e mani

La tendenza a rosicchiare oggetti e morsare le mani è un fatto naturale per un cucciolo ma è spesso un problema per molti nuovi proprietari di questa razza.

Da non sottovalutare il fatto che il Labrador Retriever ha un innato e fortissimo istinto di prendere qualsiasi oggetto in bocca e di riportarlo.

Questa è una delle situazioni più frequenti e visto le tante domande che spesso ci vengono fatte ho pensato di aiutarvi con qualche suggerimento per riuscire a togliere al cucciolo questa cattiva abitudine il prima possibile.

Partiamo dal presupposto che il cucciolo impara a modificare il suo comportamento associando una nostra reazione a una sua azione.

Il cucciolo così come un cane adulto non può comprendere il concetto delle nostre frasi; quindi evitiamo di parlare al cucciolo come se fosse un bambino magari con frasi del tipo: “smettila di fare così”, “mi hai stancato”, “mi fai male”ecc…

L’unico modo per insegnare al cucciolo un comportamento corretto è quello di utilizzare lo stesso metodo che userebbe la mamma quando i cuccioli sono ancora con lei. Un’insegnamento molto naturale ma altrettanto diretto ed efficace.

Sicuramente le persone che adottano un cucciolo queste situazioni non le possono osservare e non vedono il comportamento della mamma verso i cuccioli dopo il loro svezzamento, quando vorrebbero ancora prendere il latte ma lei non gradisce più perché sente anche dolore dovuto ai loro dentini affilati.

Quando il cucciolo cerca di avvicinarsi per prendere il latte la mamma inizia ad avvertirlo con un brontolio minaccioso e se il cucciolo insiste  (spesso è così) la mamma passerà al ringhio e magari anche a un morso di avvertimento sul collo del cucciolo tra la testa e il collo (collottola).

Il cucciolo quindi strillerà per la paura, si metterà a pancia all’aria in segno di sottomissione o scapperà velocemente. Se il cucciolo dovesse riprovarci allora solo il brontolio della mamma lo avvertirà delle possibili conseguenze ovvero che dopo il brontolio arriva il ringhio e successivamente il morso.

Per educare il nostro cucciolo a smettere di morsare, dobbiamo comportarci come la mamma.

Partiamo dal presupposto che i cuccioli di Labrador hanno un bel caratterino e sicuramente le prime volte sarà difficile riuscire subito a fargli capire che non devono farlo, ma con tanto amore e pazienza ci riuscirete, l’importante è essere decisi e coerenti. Non date mai segnali contrastanti al cucciolo, ovvero prima date un NO e poi subito dopo lo chiamate per fargli delle coccole.

Al posto della ringhio possiamo usare la parola NO oppure NO + GRRRR con tono fermo e deciso per fa capire al cucciolo che, come con sua madre, dopo il NO segue una ringhio deciso, e subito dopo se necessario, rinforzare il NO imitando la mamma, prendendo il cucciolo nella parte posteriore del collo (collottola) e lo spostiamo da parte in modo deciso.

Se siete stati convincenti il cucciolo si allontanerà e dovrete ignorarlo. Non fate nulla dopo e osservate il suo comportamento a questa vostra reazione.

NOTA: vi consiglio di NON SCROLLARE MAI IL CUCCIOLO perché questo riproduce un’altra azione predatoria che il cane (lupo) avrebbe in natura per uccidere la preda e non trasmetterebbe la stessa informazione.

Se il cucciolo morsa qualcosa che non deve rosicchiare

Come ho già accennato questa razza ha un’istinto innato di prendere in bocca qualsiasi cosa, quindi è un grande errore pensare di educare un cucciolo a non mordere bensì dovremo impegnarci per educarlo a mordere le cose giuste!

Esempio classico: il cucciolo morde le gambe del tavolo

Se abbiamo adottato la tecnica sopra del NO + Grrr e spostiamo il cucciolo da ciò che stava mordendo, dobbiamo altresì distrarlo e fargli capire che se non può rosicchiare il tavolo può però mordere un suo giochino che agiteremo per incuriosirlo davanti a lui e appena il cucciolo si avvicina gli diciamo BRAAAVO!!!

In questo modo il cucciolo impara (non basta una sola volta) quali sono gli oggetti che può rosicchiare e quelli vietati.

Il cucciolo deve sapere che può rosicchiare solo i suoi giochi e non gli oggetti di casa.

Abbiamo visto il modo per fare capire al cucciolo che dopo il NO arriva una punizione, in modo che impari che dopo il NO è meglio smettere subito.

Se il cucciolo si sente dire spesse volte NO senza che a questo comando ci sia una reazione immediata, non associerà mai nulla a questa parola, e spesso imparerà a ignorare il vostro NO.

Nel prendere il cucciolo sulla collottola non dobbiamo essere troppo vigorosi, ma neanche troppo timorosi: il cane fin da cucciolo è abituato a vere e proprie lotte per gioco con i suoi compagni di cucciolata, per cui un semplice schiaffetto sul culetto non gli farà capire nulla, anzi crederà che sia un vostro complimento o un modo di giocare (mai picchiare il cucciolo in generale tantomeno sulla testa).

Un brusco spostamento lo sorprenderà e quindi è più facile che recepisca la punizioneNon dovete mai punire il cucciolo quando viene verso di voi.

Esempio: il cucciolo rompe un cuscino e lo riduce in pezzetti senza che voi ve ne siate accorti.

Se urlate e il cucciolo molla tutto e viene verso di voi non dovete sgridarlo perché il cucciolo non capisce che ha sbagliato a rompere il cuscino, ma associa il ritorno verso di voi con una punizione. Ovvio intuire che questa azione farà in modo che quando lo richiamate per qualsiasi altro motivo lui non verrà perché ha associato la punizione al vostro richiamo.

Quindi che facciamo? Accarezziamo il cucciolo che corre verso di voi poi lo riportate vicino al cuscino che ha distrutto e se il cucciolo cercherà di morderlo ancora, solo allora lo sgriderete nei modi sopra indicati.

Vi allontanate e lo richiamate se il cucciolo si distrate e viene verso di voi lo accarezzate. Riportate il cucciolo vicino al cuscino e lo sgriderete ancora se torna a morsarlo.

Quando riuscità a stare per qualche decina di secondi senza mordere, allora gli dite un BRAVO e gli date un suo gioco.

Togliere l’abitudine di mordere le mani

Già da cucciolo possiamo fargli capire che ci fa male da un nostro AHI!!!

Il Labrador è una razza che per sua natura ha un “bocca-morso morbido” quindi è meno predisposto di altre razze a fare male con i denti e da cuccioli morsicandosi fra loro imparano che il morso porta dolore quando sentono le urla dei loro fratellini.

I cuccioli giocano anche con noi allo stesso modo che fra loro e volentieri ci prendono per le mani per farci sentire i loro dentini affilati.

Come far smettere questa abitudine?

Si può adottare la stessa tecnica riportata sopra del NO + Grrrr + Brusco spostamento con presa sulla collottola.

Oppure come faccio io, giocando con il cucciolo metto la mano nella sua bocca dicendo la parola “PIANO” mentre con l’altra mano gli tengo un orecchio.

Quando il cucciolo stringe troppo la mano stringo leggermente il suo orecchio fino a quando sente un pò di male e rilassa la presa (diventa più dolce). Lascio subito la presa sull’orecchio e lo premio con un BRAVO + PIANO.

Questo permette al cucciolo di capire in fretta due cose:

  • quando morde con troppa forza lui sente dolore
  • quando sente la parola “PIANO” a tenere una presa più morbida sulla mano