• Le sverminazioni nei cuccioli come azioni preventive

    Le sverminazioni nei cuccioli come azioni preventive

    Quando parliamo di parassiti dei cani, tendiamo a pensare a pulci, zecche e altri parassiti esterni.

    I cani sono però esposti anche all’attacco di parassiti interni all’apparato digerente che possono provocare alcuni problemi di salute.

    Come per le vaccinazioni, di norma i proprietari provvedono ad effettuare la sverminazione nei cuccioli, dimenticandosene poi quando il cane è adulto o invecchia. …continua

  • Alcune informazioni sulla sterilizzazione

    Alcune informazioni sulla sterilizzazione

    La sterilizzazione dei cani è una pratica importante.

    Normalmente viene eseguita nelle prime fasi di vita del cane, indicativamente poco prima della pubertà, fra i 6 e i 10 mesi d’età.

    I cani di grande taglia come il Labrador e i cani di taglia gigante tendono a raggiungere la pubertà in ritardo rispetto ai cani più piccoli e vengono quindi sterilizzati in età leggermente più avanzata.

    La sterilizzazione eseguita in questo modo, attenua gli istinti legati alla sfera sessuale, per cui i maschi sterilizzati tendono a non rispondere più ai richiami delle femmine in calore. …continua

  • Le ossa polpose possono causare costipazioni?

    Le ossa polpose possono causare costipazioni?

    FALSO! Le ossa crude non si scheggiano affatto, poiché sono elastiche; sono relativamente morbide e innocue.

    È con la bollitura che possono diventare pericolose perché si screpolano e possono scheggiarsi. È vero però che dandone da mangiare una quantità esagerata al cane si possono avere feci dure.

    Quest’inconveniente si può evitare lasciando attaccato all’osso un po’ di carne o dando, ogni volta che si dà un osso da consumare, un pezzo di carne cruda o interiora.

    Nella mia trentennale esperienza non mi è capitato nemmeno una volta di vedere occlusioni intestinali causate da ossa crude. Invece, nel corso degli anni ci sono stati molti pazienti che, consumando ossa bollite, hanno avuto occlusioni, per quanto solo in pochi casi si è dovuto ricorrere a un intervento chirurgico. …continua

  • Labrador: impossibile non innamorarsi!

    Labrador: impossibile non innamorarsi!

    Se ancora non conosci bene questa razza e hai intenzione di adottare un cucciolo è importante conoscere bene molti aspetti che poi ti aiuteranno a una migliore convivenza.

    Il Labrador Retriever è un cane di media taglia e, anche se non sembra a vederlo, ancora oggi viene considerato come tale.

    Sono dei cani che hanno un’altezza al garrese di circa 54-56 cm per le femmine e 56-58 cm per i maschi, quindi sono ancora molto contenuti nell’altezza e il loro peso massimo più o meno varia dai 30 ai 40 kg seconda del sesso: chiaramente i maschi sono un po’ più grandi rispetto alle femmine. …continua

  • Il fumo passivo è un pericolo per il tuo Labrador?

    Il fumo passivo è un pericolo per il tuo Labrador?

    La medicina preventiva ha ormai un ruolo consolidato sia in umana sia in veterinaria.

    Alcune tematiche, come il tabagismo, ben note a causa dei rischi che comportano alla salute umana, uno però ancora poco conosciuta nel campo degli animali da compagnia.

    Questa discrepanza è con tutta probabilità causata dal forte impatto che taluni argomenti hanno sulla salute pubblica e dal fatto che le conseguenze mediche negli animali d’affezione siano ancora poco indagate e sottostimate.

    Risulta dunque fondamentale il ruolo di tutti gli operatori del settore affinché possano consigliare ai proprietari i migliori comportamenti preventivi e correttivi da mettere in atto in ambienti chiusi. …continua

  • Displasia dell’anca: alimentazione vs ereditarietà!

    Displasia dell’anca: alimentazione vs ereditarietà!

    Oggi parliamo della displasia dell’anca e soprattutto dell’importanza della dieta (alimentazione) per un corretto accrescimento del cucciolo.

    Un grazie al Dott. Alessandro Prota che ci spiega ancora una volta quali sono i fattori che influenzano un corretto accrescimento del cucciolo.

    Spesso una gestione sbagliata fin dai primi mesi, intesa come un’inadeguata alimentazione ed un eccessivo esercizio fisico, sono tra le principali cause di displasia all’anca.

    Ci sono molti settori che in questi anni hanno voluto trasmettere una fobia che punta il dito principalmente sul fattore ereditario-genetico e quindi sull’allevatore che non sa selezionare (facile così no?). …continua

  • Stimolazione sensoriale neonatale (Senso Puppy)

    Stimolazione sensoriale neonatale (Senso Puppy)

    Biosensor (Senso Puppy) è un programma di stimolazione neurologica che permette a ogni cucciolo, già da pochi giorni dopo la nascita, di reagire a particolari stimolazioni esterne.

    Questo programma di stimolazione sensoriale neonatale prevede di creare “minime e brevissime forme di stress” nel primo periodo di vita attraverso movimenti e variazioni di temperatura che stimolano il sistema endocrino, le ghiandole surrenali e la ghiandola pituitaria (ipofisi) per ottenere un completo sviluppo delle caratteristiche ereditate, in sincronia con il suo sviluppo psicofisico, affinché  possa adeguarsi ad interagire con naturalezza in un ambiente molto più complesso.

    Queste minime stimolazioni portano ad ottenere soggetti più predisposti alla socializzazione, con un’ottima personalità durante la crescita, una maggiore disponibilità ad apprendere e maggiore sicurezza nella vita. …continua

  • Displasia dell’anca nei Labrador Retriever: nuovo test DNA

    Displasia dell’anca nei Labrador Retriever: nuovo test DNA

    La displasia dell’anca (CHD Canine Hip Dysplasia) è una patologia della crescita articolare solo in minima parte ereditaria, in quanto causata spesso da una alimentazione inadeguata (tipicamente con mangime industriale).

    Uno dei fattori principali che influiscono sulla debolezza cartilaginea e che va a sommarsi lungo più generazioni di soggetti (tipicamente alimentati male) è proprio la mancanza di un’alimentazione sana che, per un animale tendenzialmente CARNIVORO come il cane, deve essere il più possibile naturale, quindi a base di carne. …continua

  • Ciclo estrale: il periodo di calore della femmina

    Ciclo estrale: il periodo di calore della femmina

    Nel labrador la maturità sessuale con i primi calori viene raggiunta normalmente intorno al 7°-10° mesi di età, ma esiste una variabilità notevole in base al soggetto, infatti in primo calore può presentarsi dal 6° mese fino al 12° mese e talvolta può anche passare inosservato (calore silente).

    Le femmine possono avere calori tutta la vita, anche se la fertilità diminuisce molto dal 7° anno in poi. Normalmente la femmina presenta 2 calori l’anno ma possono esserci situazioni di stress che possono portare anche a un solo calore all’anno. …continua

  • Le piante tossiche per il nostro Labrador

    Le piante tossiche per il nostro Labrador

    I Labrador, soprattutto da cuccioli, sono molto curiosi, intraprendenti e ansiosi di conoscere il mondo che li circonda mediante l’ingestione di tutto ciò che appare nuovo, profumato e interessante: in poche parole appetitoso.

    Questo atteggiamento, unito al fatto che fisiologicamente spesso tendono a “brucare” per poter usufruire della fibra contenuta nei vegetali, li porta episodicamente a rischiare di ingerire piante intere, foglie, semi, fusti o bulbi che risultano tossici fino a divenire, qualche volta, persino mortali. …continua

  • Displasia dell’anca nel labrador: l’alimentazione

    Displasia dell’anca nel labrador: l’alimentazione

    La displasia dell’anca è sempre stata considerata una malformazione genetica di questo osso, in realtà è il risultato di una debolezza dei legamenti che sostengono l’articolazione dell’anca.

    L’instabilità creata da legamenti deboli porta ad una sublussazione di questa parte dello scheletro, che non viene trattenuta a perfezione all’interno dell’acetabolo. Da qui, l’importanza di valutare questa lassità con proiezioni di distrazione dell’anca attraverso un distrattore.

    La semplice proiezione ventro-dorsale dell’anca può non essere indicativa dell’eventuale predisposizione a displasia, perché il posizionamento forzato valuta solo la conformazione dell’acetabolo, ma non l’instabilità articolare.

    Le continue distensioni capsulari durante il movimento di un’articolazione lassa provocano microfratture e deformazioni articolari sia della superfice dell’acetabolo sia della testa del femore. …continua

  • Le 12 settimane più importanti per il cucciolo

    Le 12 settimane più importanti per il cucciolo

    Il cucciolo, ai fini di un corretto sviluppo (anche e soprattutto) psichico, dovrebbe fare almeno 12 settimane con madre e fratelli/sorelle, quindi dovrebbe rimanere in allevamento per tutto questo periodo di imprinting fondamentale per una sua futura crescita equilibrata (non a caso in Svizzera c’è l’obbligo di legge, per tutti gli allevatori, di non consegnare cuccioli di età inferiore ai 3 mesi).

    Tanto meno gli farebbe bene (anzi, sarebbe piuttosto devastante) effettuare, prima dell’adozione definitiva, un “passaggio intermedio” (allevamento => negozio => famiglia adottante), per quanto scrupoloso (anche per quanto riguarda la fattura!) possa essere il negozio. …continua

  • Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    La Leptospirosi è una malattia grave che può colpire il cane e l’uomo i quali si infettano assumendo acqua contaminata da urina di topi, ratti, roditori e di altri animali infetti.

    La Leptospirosi è una malattia che può essere fatale e che deve essere controllata con adeguate misure preventive. La Leptospirosi è una malattia provocata da un batterio che si chiama Leptospira interrogans.

    Questo germe che si riproduce nell’organismo di molti animali infetti, viene diffuso nell’ambiente con le urine, contaminando le acque di pozzanghere, scoli e fontane o di terreni umidi (fanghi e pantani).

    Nell’acqua e nei terreni umidi il germe può sopravvivere per mesi e infettare diverse specie di animali e l’uomo. …continua

  • L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    Questo delicato argomento a volte può creare dubbi in molte persone e far credere che sia una forzatura contro natura… tuttavia prima di esprimere considerazioni senza avere un quadro più ampio della situazione.

    Per principio questa dovrebbe essere sempre una scelta consapevole e d’amore per il bene dei nostri fedeli compagni di vita nonché un segno di responsabilità etica e civile, indipendentemente se il nostro cane sia di razza o no (pregiudizi e leggende da sfatare).

    Certo è che la questione riguardante la scelta di un cane maschio o femmina perde un po’ del suo significato di fronte all’ipotesi della sterilizzazione chirurgica.

    A mio avviso la scelta della sterilizzazione dovrebbe essere presa in considerazione non tanto per evitare possibili gravidanze indesiderate: per questo è sufficiente prestare un pò di attenzione nei periodi di calore della femmina, bensì per ridurre diverse patologie che si potrebbero presentare quando il nostro cane sarà anziano. …continua

  • Nuove frontiere della displasia dell’anca

    Nuove frontiere della displasia dell’anca

    Questo che leggerete è un articolo del 2006 ma ancora oggi molto valido!

    Nuove frontiere della displasia dell’anca: un ulteriore aiuto agli allevatori per la selezione del riproduttore

    Liberamente tratto dall’articolo apparso su “I Nostri Cani”, Marzo 2006 – Ferdinando Asnaghi & Paolo Piccinini (Centrale CELEMASCHE)

    Perché siamo contro al “Prescreening” ?

    Nonostante gli sforzi dei veterinari, la displasia dell’anca è ancor oggi la malattia scheletrica che crea più problemi agli allevatori.

    Infatti la sinergica lotta a questa patologia non ha prodotto i risultati sperati in tempi relativamente lunghi, o meglio, ha migliorato sensibilmente, ma non ha continuato in maniera proporzionale.

    Perché? Gli allevatori interessati conoscono bene come si determina la displasia dell’anca dove entrano in gioco molti fattori e riteniamo quindi superfluo, come viene regolarmente fatto invece da molti veterinari di scuola americana, illustrare la patologia ripartendo sempre da zero. …continua

  • Piano delle vaccinazioni nei cuccioli

    Piano delle vaccinazioni nei cuccioli

    Il ciclo vaccinale nel cucciolo inizia verso la 5° settimane di vita. Vaccinare i cuccioli è molto importante perché il vaccino è l’unica prevenzione per difendersi da malattie virali altrimenti incurabili come il Cimurro, Parvovirosi, Leptospirosi, Parainfluenza e Adenovirus Canino, Tosse dei canili.

    I primi trattamenti antielmintici (sverminazioni) servono a eliminare i parassiti che si trovano nell’intestino del cucciolo: prima della consegna del cucciolo noi facciamo fare un esame delle feci dal nostro veterinario per avere un’indicazione dello stato di salute della cucciolata. …continua

  • Articoli precedentiLeggi gli altri articoli.