• Che cosa sono gli ascaridi e come si trattano

    Che cosa sono gli ascaridi e come si trattano

    Gli ascaridi sono dei nematodi (vermi tondi) che vivono nell’intestino tenue del cane, volpe e lupo.

    Le dimensioni sono di circa 10-12 cm di lunghezza nel maschio e 12-18 cm nella femmina con un diametro 1-3 mm.

    Le uova, di forma rotonda, vengono eliminate con le feci e nell’ambiente si schiudono liberando una larva che subisce una mutazione prima di diventare infestante potendo penetrare nell’ospite anche per via transcutanea.

    Nei cuccioli le larve fuoriuscite dalle uova nell’intestino tenue penetrano nella parete intestinale, raggiungono il circolo sanguigno e quindi raggiungono prima il fegato poi il cuore e quindi i polmoni dove risalgono l’albero bronchiale. …continua

  • La giusta attività fisica per il cucciolo di labrador

    La giusta attività fisica per il cucciolo di labrador

    ​L’attività fisica è sempre molto importante per il cane ma deve essere moderata al suo stato di salute e alla sua età.

    Le attività sportive come l’agility sono spesso dannose sopratutto in tenera età in quanto sovraccaricano troppo le articolazioni del cucciolo durante la delicata fase di crescita.

    In queste attività le sue articolazioni sono sottoposte a forti stress dovuti a bruschi cambiamenti di traiettoria, salti e atterraggi su piani non omogenei che portano sui gomiti anche il quadruplo del peso del cucciolo. …continua

  • L’alimentazione del cane (quella vera)

    L’alimentazione del cane (quella vera)

    Come per l’essere umano, anche per il cane l’alimentazione è sicuramente il fattore principale per mantenersi in buona salute.

    Il cane è quello che mangia e su questo non si discute!

    Sono sempre più convinto che bisogna dare importanza all’etologia del cane (che è ancora oggi un carnivoro) e che i carboidrati possono non fare parte della dieta di un carnivoro, o farne parte in misura molto ridotta.

    Quasi tutti i cibi industriali per cani sono costituiti per la maggior parte da cereali misti (fonti di carboidrati che arrivano da amido, mais, frumento) e nella lista degli ingredienti vengono sempre ben mascherati perché elencati singolarmente, ma se sommati arrivano spesso al 60-70% quindi fuori da ogni logica nutrizionale per un carnivoro come è il cane. …continua

  • Giardia nel cane: sintomi, cure e rimedi naturali

    Giardia nel cane: sintomi, cure e rimedi naturali

    Capita sempre più di frequente di sentire parlare di Giardia.

    La Giardia non costituisce certo un problema nuovo e neppure è di maggiore rilevanza oggi rispetto al passato.

    Sono probabilmente da ritenersi complici della sua recente “popolarità” la presenza sul mercato di vari test antigenici prontamente reperibili e facilmente utilizzabili in qualsiasi ambulatorio, la maggiore attenzione dei proprietari verso i propri compagni di vita a quattro zampe, nonché la loro maggiore disponibilità a effettuare molteplici indagini.

    La Giarda è un protozoo, quindi non è né un “verme”, né un batterio o un virus.

    E’ un parassita microscopico e primitivo a forma di pera che si muove tramite dei flagelli, simili a delle “codine”, e che vive nell’intestino di numerosi vertebrati.

    La Giardia esiste in due forme: trofozoiti e cisti. …continua

  • Le sverminazioni nei cuccioli come azioni preventive

    Le sverminazioni nei cuccioli come azioni preventive

    Quando parliamo di parassiti dei cani, tendiamo a pensare a pulci, zecche e altri parassiti esterni.

    I cani sono però esposti anche all’attacco di parassiti interni all’apparato digerente che possono provocare alcuni problemi di salute.

    Come per le vaccinazioni, di norma i proprietari provvedono ad effettuare la sverminazione nei cuccioli, dimenticandosene poi quando il cane è adulto o invecchia. …continua

  • Alcune informazioni sulla sterilizzazione

    Alcune informazioni sulla sterilizzazione

    La sterilizzazione dei cani è una pratica importante.

    Normalmente viene eseguita nelle prime fasi di vita del cane, indicativamente poco prima della pubertà, fra i 6 e i 10 mesi d’età.

    I cani di grande taglia come il Labrador e i cani di taglia gigante tendono a raggiungere la pubertà in ritardo rispetto ai cani più piccoli e vengono quindi sterilizzati in età leggermente più avanzata.

    La sterilizzazione eseguita in questo modo, attenua gli istinti legati alla sfera sessuale, per cui i maschi sterilizzati tendono a non rispondere più ai richiami delle femmine in calore. …continua

  • Le ossa polpose possono causare costipazioni?

    Le ossa polpose possono causare costipazioni?

    FALSO! Le ossa crude non si scheggiano affatto, poiché sono elastiche; sono relativamente morbide e innocue.

    È con la bollitura che possono diventare pericolose perché si screpolano e possono scheggiarsi. È vero però che dandone da mangiare una quantità esagerata al cane si possono avere feci dure.

    Quest’inconveniente si può evitare lasciando attaccato all’osso un po’ di carne o dando, ogni volta che si dà un osso da consumare, un pezzo di carne cruda o interiora.

    Nella mia trentennale esperienza non mi è capitato nemmeno una volta di vedere occlusioni intestinali causate da ossa crude. Invece, nel corso degli anni ci sono stati molti pazienti che, consumando ossa bollite, hanno avuto occlusioni, per quanto solo in pochi casi si è dovuto ricorrere a un intervento chirurgico. …continua

  • La cataratta nel labrador: come si manifesta

    La cataratta nel labrador: come si manifesta

    Cataratta nel Labrador: si deve fare una distinzione tra nucleosclerosi e cataratta.

    La nucleosclerosi consiste in un inevitabile cambiamento fisiologico del cristallino dovuto all’età: con il passare del tempo la porzione più centrale di questo va incontro ad un progressivo addensamento dando un riflesso grigio-bluastro.

    Di solito ciò non interferisce con la visione tranne il caso in cui la nucleosclerosi sia talmente intensa da provocare deficit visivi.

    Questo processo senile compare solitamente nel labrador dopo i 7-8 anni mentre nel gatto è evidenziabile attorno ai 12-13 anni. …continua

  • Labrador: impossibile non innamorarsi!

    Labrador: impossibile non innamorarsi!

    Se ancora non conosci bene questa razza e hai intenzione di adottare un cucciolo è importante conoscere bene molti aspetti che poi ti aiuteranno a una migliore convivenza.

    Il Labrador Retriever è un cane di media taglia e, anche se non sembra a vederlo, ancora oggi viene considerato come tale.

    Sono dei cani che hanno un’altezza al garrese di circa 54-56 cm per le femmine e 56-58 cm per i maschi, quindi sono ancora molto contenuti nell’altezza e il loro peso massimo più o meno varia dai 30 ai 40 kg seconda del sesso: chiaramente i maschi sono un po’ più grandi rispetto alle femmine. …continua

  • Il fumo passivo è un pericolo per il tuo Labrador?

    Il fumo passivo è un pericolo per il tuo Labrador?

    La medicina preventiva ha ormai un ruolo consolidato sia in umana sia in veterinaria.

    Alcune tematiche, come il tabagismo, ben note a causa dei rischi che comportano alla salute umana, uno però ancora poco conosciuta nel campo degli animali da compagnia.

    Questa discrepanza è con tutta probabilità causata dal forte impatto che taluni argomenti hanno sulla salute pubblica e dal fatto che le conseguenze mediche negli animali d’affezione siano ancora poco indagate e sottostimate.

    Risulta dunque fondamentale il ruolo di tutti gli operatori del settore affinché possano consigliare ai proprietari i migliori comportamenti preventivi e correttivi da mettere in atto in ambienti chiusi. …continua

  • Displasia dell’anca: alimentazione vs ereditarietà!

    Displasia dell’anca: alimentazione vs ereditarietà!

    Oggi parliamo della displasia dell’anca e soprattutto dell’importanza della dieta (alimentazione) per un corretto accrescimento del cucciolo.

    Un grazie al Dott. Alessandro Prota che ci spiega ancora una volta quali sono i fattori che influenzano un corretto accrescimento del cucciolo.

    Spesso una gestione sbagliata fin dai primi mesi, intesa come un’inadeguata alimentazione ed un eccessivo esercizio fisico, sono tra le principali cause di displasia all’anca.

    Ci sono molti settori che in questi anni hanno voluto trasmettere una fobia che punta il dito principalmente sul fattore ereditario-genetico e quindi sull’allevatore che non sa selezionare (facile così no?). …continua

  • Stimolazione sensoriale neonatale (Senso Puppy)

    Stimolazione sensoriale neonatale (Senso Puppy)

    Biosensor (Senso Puppy) è un programma di stimolazione neurologica che permette a ogni cucciolo, già da pochi giorni dopo la nascita, di reagire a particolari stimolazioni esterne.

    Questo programma di stimolazione sensoriale neonatale prevede di creare “minime e brevissime forme di stress” nel primo periodo di vita attraverso movimenti e variazioni di temperatura che stimolano il sistema endocrino, le ghiandole surrenali e la ghiandola pituitaria (ipofisi) per ottenere un completo sviluppo delle caratteristiche ereditate, in sincronia con il suo sviluppo psicofisico, affinché  possa adeguarsi ad interagire con naturalezza in un ambiente molto più complesso.

    Queste minime stimolazioni portano ad ottenere soggetti più predisposti alla socializzazione, con un’ottima personalità durante la crescita, una maggiore disponibilità ad apprendere e maggiore sicurezza nella vita. …continua

  • Displasia dell’anca nei Labrador Retriever: nuovo test DNA

    Displasia dell’anca nei Labrador Retriever: nuovo test DNA

    La displasia dell’anca (CHD Canine Hip Dysplasia) è una patologia della crescita articolare solo in minima parte ereditaria, in quanto causata spesso da una alimentazione inadeguata (tipicamente con mangime industriale).

    Uno dei fattori principali che influiscono sulla debolezza cartilaginea e che va a sommarsi lungo più generazioni di soggetti (tipicamente alimentati male) è proprio la mancanza di un’alimentazione sana che, per un animale tendenzialmente CARNIVORO come il cane, deve essere il più possibile naturale, quindi a base di carne. …continua

  • Calore della femmina: ciclo estrale e fertilità

    Calore della femmina: ciclo estrale e fertilità

    Nella femmina di labrador la maturità sessuale viene raggiunta normalmente intorno al 7°-10° mesi di età con il primo calore, ma esiste una variabilità notevole in base al soggetto, infatti in primo calore può presentarsi dal 6° mese fino al 12° mese e talvolta può anche passare inosservato (calore silente).

    Le femmine possono avere calori tutta la vita, anche se la fertilità diminuisce molto dal 7° anno in poi.

    Normalmente la femmina presenta 2 calori l’anno ma possono esserci situazioni di stress che possono portare anche a un solo calore all’anno. …continua

  • Le piante tossiche per il nostro Labrador

    Le piante tossiche per il nostro Labrador

    I Labrador, soprattutto da cuccioli, sono molto curiosi, intraprendenti e ansiosi di conoscere il mondo che li circonda mediante l’ingestione di tutto ciò che appare nuovo, profumato e interessante: in poche parole appetitoso.

    Questo atteggiamento, unito al fatto che fisiologicamente spesso tendono a “brucare” per poter usufruire della fibra contenuta nei vegetali, li porta episodicamente a rischiare di ingerire piante intere, foglie, semi, fusti o bulbi che risultano tossici fino a divenire, qualche volta, persino mortali. …continua

  • Displasia dell’anca nel labrador: l’alimentazione

    Displasia dell’anca nel labrador: l’alimentazione

    La displasia dell’anca è sempre stata considerata una malformazione genetica di questo osso, in realtà è il risultato di una debolezza dei legamenti che sostengono l’articolazione dell’anca.

    L’instabilità creata da legamenti deboli porta ad una sublussazione di questa parte dello scheletro, che non viene trattenuta a perfezione all’interno dell’acetabolo. Da qui, l’importanza di valutare questa lassità con proiezioni di distrazione dell’anca attraverso un distrattore.

    La semplice proiezione ventro-dorsale dell’anca può non essere indicativa dell’eventuale predisposizione a displasia, perché il posizionamento forzato valuta solo la conformazione dell’acetabolo, ma non l’instabilità articolare.

    Le continue distensioni capsulari durante il movimento di un’articolazione lassa provocano microfratture e deformazioni articolari sia della superfice dell’acetabolo sia della testa del femore. …continua

  • Le 12 settimane più importanti per il cucciolo

    Le 12 settimane più importanti per il cucciolo

    Il cucciolo, ai fini di un corretto sviluppo (anche e soprattutto) psichico, dovrebbe fare almeno 12 settimane con madre e fratelli/sorelle, quindi dovrebbe rimanere in allevamento per tutto questo periodo di imprinting fondamentale per una sua futura crescita equilibrata (non a caso in Svizzera c’è l’obbligo di legge, per tutti gli allevatori, di non consegnare cuccioli di età inferiore ai 3 mesi).

    Tanto meno gli farebbe bene (anzi, sarebbe piuttosto devastante) effettuare, prima dell’adozione definitiva, un “passaggio intermedio” (allevamento => negozio => famiglia adottante), per quanto scrupoloso (anche per quanto riguarda la fattura!) possa essere il negozio. …continua

  • Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    La Leptospirosi è una malattia grave che può colpire il cane e l’uomo i quali si infettano assumendo acqua contaminata da urina di topi, ratti, roditori e di altri animali infetti.

    La Leptospirosi è una malattia che può essere fatale e che deve essere controllata con adeguate misure preventive. La Leptospirosi è una malattia provocata da un batterio che si chiama Leptospira interrogans.

    Questo germe che si riproduce nell’organismo di molti animali infetti, viene diffuso nell’ambiente con le urine, contaminando le acque di pozzanghere, scoli e fontane o di terreni umidi (fanghi e pantani).

    Nell’acqua e nei terreni umidi il germe può sopravvivere per mesi e infettare diverse specie di animali e l’uomo. …continua

  • L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    Questo delicato argomento a volte può creare dubbi in molte persone e far credere che sia una forzatura contro natura… tuttavia prima di esprimere considerazioni senza avere un quadro più ampio della situazione.

    Per principio questa dovrebbe essere sempre una scelta consapevole e d’amore per il bene dei nostri fedeli compagni di vita nonché un segno di responsabilità etica e civile, indipendentemente se il nostro cane sia di razza o no (pregiudizi e leggende da sfatare).

    Certo è che la questione riguardante la scelta di un cane maschio o femmina perde un po’ del suo significato di fronte all’ipotesi della sterilizzazione chirurgica.

    A mio avviso la scelta della sterilizzazione dovrebbe essere presa in considerazione non tanto per evitare possibili gravidanze indesiderate: per questo è sufficiente prestare un pò di attenzione nei periodi di calore della femmina, bensì per ridurre diverse patologie che si potrebbero presentare quando il nostro cane sarà anziano. …continua

  • Nuove frontiere della displasia dell’anca

    Nuove frontiere della displasia dell’anca

    Questo che leggerete è un articolo del 2006 ma ancora oggi molto valido!

    Nuove frontiere della displasia dell’anca: un ulteriore aiuto agli allevatori per la selezione del riproduttore

    Liberamente tratto dall’articolo apparso su “I Nostri Cani”, Marzo 2006 – Ferdinando Asnaghi & Paolo Piccinini (Centrale CELEMASCHE)

    Perché siamo contro al “Prescreening” ?

    Nonostante gli sforzi dei veterinari, la displasia dell’anca è ancor oggi la malattia scheletrica che crea più problemi agli allevatori.

    Infatti la sinergica lotta a questa patologia non ha prodotto i risultati sperati in tempi relativamente lunghi, o meglio, ha migliorato sensibilmente, ma non ha continuato in maniera proporzionale.

    Perché? Gli allevatori interessati conoscono bene come si determina la displasia dell’anca dove entrano in gioco molti fattori e riteniamo quindi superfluo, come viene regolarmente fatto invece da molti veterinari di scuola americana, illustrare la patologia ripartendo sempre da zero. …continua

  • Piano delle vaccinazioni nei cuccioli

    Piano delle vaccinazioni nei cuccioli

    Il ciclo vaccinale nel cucciolo inizia verso la 5° settimane di vita. Vaccinare i cuccioli è molto importante perché il vaccino è l’unica prevenzione per difendersi da malattie virali altrimenti incurabili come il Cimurro, Parvovirosi, Leptospirosi, Parainfluenza e Adenovirus Canino, Tosse dei canili.

    I primi trattamenti antielmintici (sverminazioni) servono a eliminare i parassiti che si trovano nell’intestino del cucciolo: prima della consegna del cucciolo noi facciamo fare un esame delle feci dal nostro veterinario per avere un’indicazione dello stato di salute della cucciolata. …continua

  • Leishmaniosi: la prevenzione nelle tue mani

    Leishmaniosi: la prevenzione nelle tue mani

    Il primo vaccino contro la leishmaniosi canina è finalmente disponibile!

    Di fronte a possibili quadri sintomatologici devastanti, ad una diagnosi quantomeno complessa, ad una terapia mai completamente risolutiva, le alternative sono rappresentate dalla prevenzione. Tutta la medicina moderna fonda i suoi successi sull’aspetto profilattico, più che su quello terapeutico.

    Nell’ambito della leishmaniosi canina questo punto di vista assume un’importanza fondamentale.

    Da 2 anni e mezzo è a disposizione in Europa il primo vaccino contro la leishmaniosi canina, causata da L. infantum.

    Questa nuova misura di prevenzione ha colmato un divario che fino ad oggi rappresentava un vero e proprio limite nelle misure di prevenzione adottate.

    In linea generale un vaccino stimola il sistema immunitario a reagire contro un “agente esterno”, quindi in un certo senso rappresenta l’ultimo baluardo di difesa dell’organismo. …continua

  • La pseudogravidanza o gravidanza isterica

    La pseudogravidanza o gravidanza isterica

    Una condizione frequente nella femmina è la pseudogravidanza o gravidanza immaginaria (gravidanza isterica).

    È un fenomeno spontaneo, tipico della femmina nella fase del diestro, caratterizzato dallo sviluppo delle ghiandole mammarie che talvolta arrivano a produrre addirittura latte.

    Tale condizione è spesso accompagnata da modificazioni del comportamento, che vanno dall’appartarsi o al contrario cercare il contatto del proprietario in maniera ossessiva, allo scavare nella cuccia, come avviene in procinto del parto, ma anche comportamento materno verso cuccioli di altre femmine, gattini, piccoli di altre specie animali o addirittura verso giochi inanimati. …continua

  • La filariosi cardiopolmonare

    La filariosi cardiopolmonare

    E’ una malattia che, se riconosciuta in tempo, può essere curata e per questo è importante sapere con che sintomi si manifesta e con quali medicinali si può aggredire.

    Questa patologia è anche detta dirofilarisosi cardiopolmonare, più nota come filariosi o filaria del cane, ed è provocata da un verme chiamato Dirofilaria Immitis, della famiglia dei Nematodi, vermi tondi che hanno la caratteristica di avere il corpo allungato e cilindrico.

    Le dimensioni di questo parassita nella forma adulta varia dai 12 ai 17 cm nei maschio e dai 25 ai 32 cm nelle femmine, e può sopravvivere anche 5 anni. …continua

  • Conseguenze della separazione precoce

    Conseguenze della separazione precoce

    Il periodo della socializzazione è vitale per la formazione dell’equilibrio psicologico e consente di sviluppare la capacità di avere rapporti normali con gli altri cani e con le persone nell’età adulta.

    Le esperienze precoci costituiscono un fattore fondamentale perché il cucciolo cresca con un corretto sviluppo comportamentale.

    Durante la delicata fase della socializzazione primaria emergono i comportamenti innati del cucciolo e si stabiliscono le preferenze sociali. …continua

  • Dalla nascita alla socializzazione

    Dalla nascita alla socializzazione

    Il comportamento è il risultato delle dotazioni genetiche e delle importantissime influenze esercitate dall’ambiente in cui il cucciolo cresce.

    Ambiente inteso sia in senso sociale (cioè il suo gruppo, la sua famiglia), sia fisico (la sua casa, i suoi spazi).

    L’ambiente, infatti, può esercitare un’azione benefica o deleteria sullo sviluppo del cucciolo.

    Le capacità di adattamento possono migliorare e affinarsi, se l’ambiente messo a disposizione dall’allevatore sarà vario e stimolante. Oppure, al contrario, divenire progressivamente non funzionali all’ambiente, se mancano le esperienze positive. …continua

  • Le patologie articolari e l’uso dei condroprotettori

    Le patologie articolari e l’uso dei condroprotettori

    L’argomento dei condroprotettori (ovvero protettori della cartilagine) è un argomento molto discusso in rete e vengono proposti diversi prodotti per migliorare eventuali situazioni infiammatorie.

    Le patologie articolari, OA (osteoartriti, osteoartosi, artiti, artrosi, tutti nomi riferibili alle patologie infiammatorie acute e croniche delle articolazioni), derivano sempre da un consumo eccessivo della cartilagine che ricopre e protegge le estremità delle ossa: la cartilagine non ha al proprio interno fibre nervose, per cui può subire “frizioni” senza causare dolore.

    Tuttavia quando la cartilagine si consuma, assottigliandosi fino ad annullarsi, il cane ha la percezione del dolore in quanto le ossa “sfregano” l’una con l’altra… e le ossa invece hanno fibre nervose, che quindi trasmettono il dolore. …continua

  • Autodifesa naturale contro i veleni e le sostanze tossiche

    Autodifesa naturale contro i veleni e le sostanze tossiche

    Lo sapevate che il vomito e la diarrea sono processi di guarigione dell’organismo?

    Quando l’organismo viene a contatto con una sostanza tossica o un veleno per via gastroenterica, fa la cosa più logica che possa fare: allontanarla nel più breve tempo possibile!

    Ma come? Proprio attraverso il vomito e la diarrea. Nel caso del vomito, la via è estremamente diretta: ciò che è nello stomaco e che l’organismo ha percepito come tossico, viene espulso direttamente. …continua

  • Corretta alimentazione del cucciolo

    Corretta alimentazione del cucciolo

    Tengo a precisare che i consigli che cerchiamo di dare sono frutto dell’esperienza nell’allevare e non pretenziose a livello veterinario, quindi è sempre opportuno consultarsi con il proprio veterinario di fiducia prima di qualsiasi decisione.

    Premetto però che, per esperienza, pochissimi veterinari ammetteranno che i mangimi industriali sono la principale causa dei problemi di salute del cane (ovviamente)…. ma ancora qualcuno si salva e nel corso della nostra vita ne abbiamo conosciuti diversi, degni di tutto rispetto!

    I nostri cuccioli vengono svezzati con carne fresca, latte di capra e un alimento secco “Puppy” ad alta digeribilità e con il giusto livello proteico.

    Fino ad un anno il cucciolo può continuare a mangiare questo alimento, inizialmente x 3 volte al giorno e dopo 6 mesi x 2 volte al giorno. …continua

  • Vantaggi dell’alimentazione BARF

    Vantaggi dell’alimentazione BARF

    L’alimentazione cruda ha sicuramente dei vantaggi rispetto a quella cotta, perché in questa abbiamo la presenza di enzimi vitali, sopratutto la presenza di una carica vitaminica e minerale che invece con il calore viene distrutta.

    Per questo motivo dove si usa un’alimentazione cotta è necessario integrare quelle sostanze che vengono appunto distrutte con il calore. …continua

  • Come mantenere il nostro Labrador in salute

    Come mantenere il nostro Labrador in salute

    Il suo mantello è ingrigito o sono spuntati i primi peli bianchi sul muso o intorno agli occhi? Non preoccuparti, il tuo fedele amico sta solo iniziando una nuova fase della sua vita: quella dell’invecchiamento, si tratta di una semplice evoluzione fisiologica, non di una malattia!

    E ora, tu che lo conosci bene e ti sei sempre preso cura di lui, ora hai l’opportunità di regalargli benessere e serenità anche durante questa nuova fase, assecondando i normali cambiamenti per fargli vivere in salute e al meglio anche la “stagione della maturità”. …continua

  • Dieta BARF: principi dell’alimentazione naturale

    Dieta BARF: principi dell’alimentazione naturale

    Abbiamo iniziato a parlare di come alimentare in modo naturale il nostro cane facendo una discorso di come i mangimi industriali che contengono farine di cereali possono provocare danni gravi al nostro cane, sia a livello di infiammazioni articolari che sotto il profilo immunitario.

    I produttori di mangimi industriali introducono delle sostanze (antiossidanti) per preservare gli acidi grassi che vengono aggiunti ai mangimi per renderli più appetibili. …continua

  • Dieta BARF: come alimentare in modo naturale

    Dieta BARF: come alimentare in modo naturale

    Tutti noi vorremmo che il nostro cane ricevesse una sana alimentazione e riscontrasse meno patologie possibili nella sua vita. Madre natura come ogni buona mamma ha insegnato al progenitore del cane (il lupo), che è un carnivoro, come alimentarsi in decine di migliaia di anni, ottenendo una struttura equilibrata tra massa grassa e massa magra e  migliorando tutte le proprie difese immunitarie. …continua

  • La rabbia: conoscere per prevenire

    La rabbia: conoscere per prevenire

    La rabbia silvestre è una malattia infettiva ad esito letale che colpisce il sistema nervoso centrale dei mammiferi, incluso l’uomo.

    Attualmente la rabbia è presente nella zona nord-est dell’Italia (Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia) e si trasmette attraverso un morso, un graffio o il semplice contatto della saliva con le mucose o la cute non integra. …continua

  • Controllare il peso del cucciolo

    Controllare il peso del cucciolo

    Molte delle vostre email ci chiedono se il peso del cucciolo è giusto durante la sua crescita.

    A questo proposito pubblichiamo  una tabella che informa in modo indicativo del peso di riferimento del cucciolo durante la fase di crescita, in funzione del peso che avrà da adulto.

    Voglio precisare che questi valori sono indicativi, quindi anche se i vostri dati sono leggermente diversi in eccesso o difetto non dovete preoccuparvi perché non significa che vi siano anomalie nello sviluppo.

    Solo se si riscontrasse una notevole differenza in più o in meno del 20-30% allora sarebbe meglio rivedere l’alimentazione.

    …continua

  • La crescita del cucciolo 3/5 mesi

    La crescita del cucciolo 3/5 mesi

    Per dare al cucciolo delle abitudini alimentari corrette che serviranno anche quando sarà adulto, bisognerebbe iniziare ad insegnarli le gerarchie della famiglia.

    Ti consigliamo quindi di abituarlo fin da subito a mangiare dopo di te, sempre nella stessa ciotola, sempre nello stesso posto (possibilmente lontano dal luogo in cui dorme) e ad orari fissi. …continua

  • La crescita del tuo cucciolo – 2/3 mesi

    La crescita del tuo cucciolo – 2/3 mesi

    9 settimane – Molte persone pensano che il Labrador Retriever sia la versione a pelo corto del Golden Retriever.In realtà sono due razze completamente diverse, oltre che per l’origine (il Labrador è originario dell’Isola di Terranova in Canada, mentre il Golden Retriever è una razza migliorata in Scozia), anche per certe predisposizioni metaboliche.

    Il Labrador è infatti più predisposto a problemi legati al diabete ed è per questo che nella sua alimentazione il rapporto proteine e carboidrati deve essere più elevato rispetto a quello per un Golden Retriever. …continua

  • La crescita del tuo cucciolo fino ai 2 mesi

    La crescita del tuo cucciolo fino ai 2 mesi

    Con questo primo articolo e altri successivi vogliamo esserti vicino spiegarti cosa avviene in questo periodo delicato e importante della vita del tuo cucciolo.

    Pubblicheremo periodicamente alcuni consigli fondamentali per una sua crescita serena e rispettosa e comprendere cosa accade nel suo corpo. …continua

  • Il cucciolo non è un peluche!

    Il cucciolo non è un peluche!

    Prima di fare entrare un nuovo cucciolo nella nostra famiglia e garantirgli il benessere di cui ha diritto, si devono considerare alcune banali ma fondamentali indicazioni.

    Con queste prossime indicazioni non vogliamo certo dissuadervi a prendere un cucciolo e crescerlo in famiglia, anche perché non c’è cosa più bella che vedere e vivere insieme ad un Labrador, ma solo spiegare che è un essere vivente con le sue esigenze quotidiane e che diventerà un compagno di vita insostituibile che vi accoglierà sempre festoso, chiedendo in cambio solo un po’ di attenzioni. …continua

  • Alimentazione

    Alimentazione

    Alimentarlo correttamente è molto importante, usa solo il cibo secco, in quanto alimento bilanciato non ha bisogno di essere integrato. Leggere sul sacchetto quanto indicato, ipotizzando il suo peso da adulto intorno ai 30 kg se è una femmina, 40 se sarà un maschietto.

    Se vogliamo farlo ingrassare aumentiamo un pò la dose, se invece dobbiamo farlo dimagrire dobbiamo diminuire leggermente quanto indicato nel sacchetto.

    Il cucciolo fino a 6 mesi dovrà mangiare tre volte al giorno partendo con circa 70 gr. per ogni pasto per un totale di 210 gr (quanto indicato sul sacchetto va diviso per tre pasti) e aumentando seguendo sempre le dosi indicate.

    Se volete avere un idea del peso “ideale” potete seguire questa tabella di crescita, ma considerateli valori indicativi. …continua

  • Alimentazione ideale per il cucciolo

    Alimentazione ideale per il cucciolo

    Innanzitutto non cominciare subito a pensare di cambiare il mangime che ha usato il tuo allevatore.

    Perché lo vuoi cambiare? Rifletti bene su questa domanda perché non va mai bene cambiare continuamente il mangime. I veri motivi che ti devono portare a cambiare il mangime sono una intolleranza alimentare, occhi rossi o cose di questo tipo e non la sola preferenza ad una marca. …continua

  • Ingestione di corpi estranei

    Eccessivo flusso di saliva, dolore durante la deglutizione, rigurgito di materiale alimentare fanno sospettare l’ingestione di un corpo estraneo. Può anche presentarsi vomito o difficoltà respiratoria. …continua

  • Vaccinare un cucciolo che vive in città

    Vaccinare un cucciolo che vive in città

    Che cos’è un vaccino? Vivere al nostro fianco in un pulito appartamento cittadino e condurre un’esistenza urbana non evita certo ai nostri amici labrador il contatto con determinati microrganismi capaci di farli ammalare in maniera più o meno grave.

    La regolare pratica delle vaccinazioni, per fortuna, allontana sensibilmente questo pericolo e rende l’organismo canino più resistente nei riguardi delle infezioni. …continua

  • Jogging con il tuo labrador

    Jogging con il tuo labrador

    Ricordo un cane che prima di oltrepassare un ponte guardò il suo padrone come per dirgli “andiamo?” Camminare insieme al tuo cane sarà una delle esperienze più belle e sarà il modo migliore per legarlo a te.

    Potrai alternare il passo veloce al jogging così da tenervi entrambi in costante allenamento … eh si perché non c’è nulla di più costante del tuo cane che ogni mattina ti chiede di essere portato fuori… …continua

  • Puntura da insetto

    Una puntura da insetto come un ape, vespa, calabrone, tafano, ragno, ecc… può essere trattata con una soluzione di ammoniaca e acqua. Si possono usare anche gli stick (matite) che si trovano in commercio, ma hanno effetto soprattutto se vengono applicate subito. …continua

  • Corpo estraneo nelle orecchie

    Il sintomo più evidente è lo scuotimento frequente della testa del vostro cucciolo o il continuo grattarsi l’orecchio. In questi casi si può tenere ferma la testa del cane, guardare dentro l’orecchio con una torcia e, una volta individuato il corpo estraneo, cercare di estrarlo con una pinzetta dalle punte arrotondate. …continua

  • Alimentazione del cucciolo di Labrador

    Alimentazione del cucciolo di Labrador

    Il cane non è un uomo, un gatto non è un cane piccolo!! (Prof. D. Grandjean – responsabile, insegnante e ricercatore in nutrizione Animale alla Scuola Veterinaria di Alfort).

    Quando si parla di alimentazione del Labrador uno degli errori più grossi è pensare che il nostro Labrador sia simile a noi e quindi debba seguire le nostre abitudini alimentari, con i nostri ritmi e le nostre consuetudini. …continua

  • Displasia all’anca nel labrador

    Displasia all’anca nel labrador

    La displasia all’anca è una patologia che colpisce l’articolazione coxo-femorale. Nei casi più gravi porta ad una grave zoppia agli arti posteriori e quindi alla necessità di intervenire con costosissimi interventi chirurgici.

    A causare la displasia è un’alterata conformazione del giunto articolare con conseguente sublussazione e quindi usura della cartilagine. Per diagnosticarla è necessario che il cucciolo di labrador abbia almeno un anno, che il nostro labrador sia controllato da un veterinario esperto che praticherà un’anestesia per rilassare i muscoli del nostro cucciolo. …continua

  • La gravidanza di mamma labrador

    La gravidanza di mamma labrador

    La gravidanza di mamma labrador va dai 60 ai 63 giorni, la data di nascita non si può conoscere con certezza perché non si sa il momento in cui gli ovuli sono stati fecondati.

    Vi consigliamo di annotare sempre il momento in cui è avvenuto l’accoppiamento.

    Bisogna inoltre tenere presente che la fecondazione dell’ovulo nel labrador non avviene come per gli esseri umani immediatamente ma necessita di almeno due o tre giorni.

    La domanda è come facciamo ad accorgerci se la nostra cagna è rimasta incinta? …continua

  • Accorgersi del calore nella femmina

    Accorgersi del calore nella femmina

    Il calore nella femmina di labrador dura circa 20 giorni e può manifestarsi una o due volte all’anno. A volte il caldo può far ritardare il calore che generalmente avviene ogni 6 mesi. Ci sono però femmine di labrador che vanno in calore solo una volta all’anno. Accorgersi del calore è estremamente facile perché si noteranno in giro per casa delle macchioline di sangue inoltre la vagina della nostra femmina di labrador sarà particolarmente ingrossata anche nei giorni precedenti il calore vero e proprio. …continua

  • Il veterinario di fiducia

    Il veterinario di fiducia

    Il veterinario è una persona che deve godere della vostra fiducia per cui sceglietelo con attenzione cercando se possibile di averlo vicino alla vostra abitazione perché in alcuni casi la tempestività e la reperibilità del nostro veterinario possono salvare la vita al nostro cucciolo. …continua

  • Come fare il bagno al cucciolo

    Prima di fare il bagno al vostro cucciolo di labrador assicuratevi che abbiate provveduto a fare tutte le vaccinazioni, inoltre è sconsigliato lavare il cane quando ha un’età inferiore ai 4 mesi o comunque nei mesi più freddi dove una semplice corrente d’aria potrebbe compromettere la sua salute. …continua

  • La cura del bellissimo mantello del Labrador

    La cura del bellissimo mantello del Labrador

    Ci tengo a fare una premessa, cerca di trattenere la tua voglia di lavare il cucciolo appena lo porti a casa. Vuoi vederlo vomitare? No vero?

    E’ l’errore che fanno tutti i nuovi padroncini quello di pensare di lavare il cane perché è sporco di non so cosa.

    Ti dico cerca di resistere perché quando il cucciolo viene lavato inizierà a leccarsi insistentemente al punto di ingoiare non so quanto pelo o peggio ancora residui di shampoo casalingo pertanto  non temere per la tua igiene e quella dei tuoi bambini, lascia trascorrere qualche mese e soprattutto aspetta la bella stagione prima di fare il primo bagnetto. …continua

  • Ogni mattina la pulizia degli occhi

    Ogni mattina la pulizia degli occhi

    E’ fantastico come ogni mattina Kyra dopo essersi accuratamente stiracchiata giunga in bagno per ripetere quello che oramai è diventato un rito … la pulizia degli occhi.

    C’è da dire che gli occhi del labrador non hanno bisogno di nessuna cura e quindi è sufficiente pulirli con un pò di carta igienica, personalmente evito il cotone perché i micro peli potrebbero dare fastidio.

    Deve amare particolarmente questo gesto Kyra perché mi appoggia il suo musetto sulla mia gamba e ci rimane fino a quando non ho finito! …continua

  • Pulizia delle orecchie

    Pulizia delle orecchie

    E’ consigliabile porre particolare attenzione alle orecchie del tuo cucciolo di labrador, potrete notare degli arrossamenti oppure del cerume, è molto importante tenerle pulite in quanto trascurare questi sintomi potrebbe significare un’otite in corso oppure la puntura di una zecca.

    Se noti che il cane sbatte la testa continuamente come se avesse un tic e le orecchie emanano un odore molto forte è meglio portarlo dal veterinario.

    Per evitare l’insorgere di queste problematiche è bene pulire periodicamente le orecchie del tuo cucciolo di labrador con gli appositi prodotti che sciolgono il cerume. …continua

  • Basta con il fumo per amore del tuo labrador

    Basta con il fumo per amore del tuo labrador

    Secondo molti studi non solo il fumo fa male al padrone ma anche al cane, provocando tumori al naso e ai polmoni nei cani e linfoma e tumori orali nei gatti.  Inoltre il tuo labrador può avvertire sintomi allergici, infezioni agli occhi e problemi legati alla respirazione. …continua

  • Un cucciolo di labrador previene le allergie

    Un cucciolo di labrador previene le allergie

    Che i labrador e i cani in genere abbiano effetti terapeutici tanto sui bambini quanto sugli adulti ormai si sa, quello che ancora non era stato scoperto  è una notizia che farà cambiare il modo di pensare ad un cucciolo a mamma e papà.

    Uno studio del Centro di Ricerche Nazionale per la salute ambientale di Monaco, pubblicato sull’European Respiratory Journal, rivela che avere un cane in casa riduce enormemente il rischio di allergie infantili, basti pensare che in Italia i bambini circa 8-10%) soffrono di patologie asmatiche  provocate da allergie nell’80% dei casi.

    Per vedere il testo la parola chiave per la ricerca è : dogs

  • Correre con il tuo labrador

    Correre con il tuo labrador

    Lo sapevi che i gas di scarico delle auto vanno a depositarsi a circa un metro e mezzo dal suolo? Il tuo labrador si fa delle abbondanti inalazioni di polveri sottili! Come evitarle? …continua

  • Precauzioni per il tuo labrador

    Precauzioni per il tuo labrador

    Stai attento quando il tuo labrador  è un cucciolo a non lasciare in giro piccoli oggetti che possano essere ingoiati,  inoltre se puoi non lasciarlo per lunghi periodi a casa da solo, al tuo ritorno potresti trovarti qualche sorpresa. …continua

  • Labrador fuori o dentro casa?

    Labrador fuori o dentro casa?

    Grazie al suo folto pelo, il Labrador Retriever è un cane forte che si adatta sia dentro che fuori.

    Comunque è bene finché il cucciolo di labrador è piccolo non lasciarlo fuori se lo abbiamo preso con l’approssimarsi dell’inverno e se dorme in casa mettere a terra un tappettino o una brandina affinché non senta il freddo del pavimento.

    Una volta diventato grande potrà dormire in giardino con una bella cuccia in legno sopraelevata oppure se lo preferite in fondo al vostro divano.

    Tieni presente che il labrador vorrà stare quanto più possibile vicino a te quindi se riesci a resistere alla prima notte a non farlo salire sul letto avrai la vita più facile perché non ti sveglierà quando russa o scende dal letto!

    Ricordati di pulire spesso il posto dove dorme per evitare l’annidarsi di batteri.

  • Il cucciolo in casa tua

    Il cucciolo in casa tua

    Quando il cucciolo entrerà nella tua casa, soprattutto se non hai mai avuto un cucciolo, la tua esistenza verrà un po’ “cambiata”, ma nello stesso tempo acquisterà valore e ti darà nuovi stimoli. …continua