La giusta attività fisica per il cucciolo

​L’attività fisica è sempre molto importante per il cane ma deve essere moderata al suo stato di salute e alla sua età.

Attività sportive come l’agility sono spesso dannose sopratutto in tenera età perché sovraccaricano troppo il cucciolo durante la delicata fase di crescita.

In queste attività le sue articolazioni sono sottoposte a forti stress dovuti a bruschi cambiamenti di traiettoria, salti e atterraggi su piani non omogenei che portano sui gomiti anche il quadruplo del peso del cucciolo.

Molto meglio una passeggiata oppure il nuoto che rafforza la massa muscolare che sostiene le articolazioni.

Anche se si tratta di una semplice passeggiata, questa pratica che gli permette di consumare energia, favorendo il mantenimento del peso forma.

Inoltre l’attività fisica consente al cane di esercitare anche le sue funzioni cognitive e di sostenere la massa muscolare che, a causa del trascorrere del tempo, tende ad essere meno tonica rispetto a prima.

Nel primo anno l’alimentazione naturale fresca, escludendo il più possibile i cibi industriali è fondamentale per mantenere in salute il proprio labrador e i suoi apparati scheletrico e muscolare.

Bisognerebbe giocare d’anticipo: infatti è molto frequente che in età matura i cani inizino a mostrare disturbi articolari, in grande parte conseguenza di accoppiamenti con soggetti non controllati per le principali patologie genetiche della razza e nell’inevitabile invecchiamento.

Per questo, fin da cucciolo fino alla sua fase matura, ti consigliamo di iniziare a pensare anche ad un’alimentazione appropriata alla sua etologia da carnivoro opportunista.

L’alimentazione può aiutare a gestire alcune conseguenze legate all’età ?

Se il tuo cane è sovrappeso, come prima cosa devi aiutarlo a riconquistare il peso forma: in questo modo le articolazioni, venendo meno sollecitate da un peso corporeo minore, otterranno un grande beneficio.

Esistono anche alcuni integratori specifici in grado di produrre effetti positivi sulle articolazioni.

  • I più noti sono la glucosamina e il condroitin-solfato, due molecole naturalmente presenti nella cartilagine. Il loro consumo giornaliero è molto utile soprattutto nei cani di taglia e peso elevati.
  • Anche gli acidi grassi omega 3 (presenti negli oli di pesce) aiutano a rallentare l’infiammazione nelle articolazioni. Agiscono come un antinfiammatorio naturale e non causano effetti collaterali rilevanti.
  • Le Cozze verdi della Nuova Zelanda (Perna canaliculus) contengono almeno 10 diversi acidi grassi essenziali, oltre a vari amminoacidi, vitamine (E e C) e oligoelementi (zinco, rame, manganese) che insieme svolgono un’azione protettiva sulla cartilagine delle articolazioni.

Ricordati che è molto importante che tu osservi tutti i giorni il tuo cane: potrebbe iniziare a manifestare difficoltà nel movimento e rigidità in alcune parti del corpo (magari in corrispondenza delle articolazioni).

In caso di necessità potrà individuare la terapia più indicata (olistica, nuoto, ecc.) o suggerirti l’utilizzo di dispositivi per facilitare gli spostamenti del tuo cane (per esempio una mini rampa di accesso o una scala pieghevole che gli renderà più agevole il salire su una leggera pendenza piuttosto che saltare).