Le ossa polpose possono causare costipazioni?

FALSO! Le ossa crude non si scheggiano affatto, poiché sono elastiche; sono relativamente morbide e innocue.

È con la bollitura che possono diventare pericolose perché si screpolano e possono scheggiarsi. È vero però che dandone da mangiare una quantità esagerata al cane si possono avere feci dure.

Quest’inconveniente si può evitare lasciando attaccato all’osso un po’ di carne o dando, ogni volta che si dà un osso da consumare, un pezzo di carne cruda o interiora.

Nella mia trentennale esperienza non mi è capitato nemmeno una volta di vedere occlusioni intestinali causate da ossa crude. Invece, nel corso degli anni ci sono stati molti pazienti che, consumando ossa bollite, hanno avuto occlusioni, per quanto solo in pochi casi si è dovuto ricorrere a un intervento chirurgico.

Non date da mangiare ossa bollite ai cani! Crude, invece, non sono dannose.

In natura neanche le prede sono bollite o cotte a vapore, tantomeno gli uccelli, che notoriamente i cani, e soprattutto i gatti, mangiano volentieri e interi!

Dovrebbe esserci un allarme continuo, poiché secondo quel che si dice le ossa dei volatili si scheggiano e sono dunque pericolose. Questo è uno dei pregiudizi più difficili da estirpare.

In questo caso non è quasi possibile arrivare a uno squilibrio tra calcio e fosforo poiché entrambi i minerali si rapportano l’un l’altro fisiologicamente in maniera naturale.

Diversamente da quanto accade nei composti minerali prodotti artificialmente in vendita sul mercato o nei cibi preparati chimicamente in laboratorio, nel caso di un’alimentazione naturale non si può avere un, sovradosaggio, poiché tutto quello che è in eccesso viene eliminato.

Circa tre volte alla settimana dovreste offrire al vostro cane un osso polposo.

Le ossa per i gatti possono essere “tritate” (passate al tritacarne). In questo modo non dovrete più preoccuparvi per l’apporto di calcio e fosforo nei vostri animali.

I cani nutriti con molta carne cruda e ossa non hanno quasi per niente i tanto temuti problemi articolari come la displasia dell’anca, quella del gomito ecc…

Maggiori informazioni sull’alimentazione su www.barf.it oppure www.alessandroprota.it