• Prezzo: quanto costa un cucciolo di Labrador?

    Prezzo: quanto costa un cucciolo di Labrador?

    L’acquisto di un cucciolo di Labrador non è molto economico, indicativamente può andare dalle 1.000 alle 2.000 euro, (i prezzi sono puramente indicativi).

    Su Internet si possono trovare annunci di privati o allevatori seri ma, spesso, anche annunci di “commercianti” che vendono cuccioli di altri o fanno cucciolate, senza conoscere minimamente la genealogia dei loro cani e il loro stato di salute perché non eseguono nessuno dei controlli ufficiali sulle principali malattie ereditarie di questa razza (anche, gomiti, occhi) e ovviamente vendono cuccioli a prezzi molto bassi. …continua

  • Il Labrador: un cane dolce, docile ed affidabile

    Il Labrador: un cane dolce, docile ed affidabile

    Appare e scompare tra l’erba alta felice di essere un cane… la sua sensibilità saprà accompagnare anche il mio cammino….

    Il suo nome completo è Labrador Retriever che significa cane da riporto.

    È un fattore basilare che non possiamo dimenticare, perchè lui il riporto c’è l’ha nel sangue.

    Il riporto è la sua vita, la sua passione, il suo orgoglio di cane.

    Ma non dobbiamo pensare che questa razza sia strettamente riservata ai cacciatori, non è il fucile a rendere felice un Labrador. Le cose importanti sono un pò di oggetti da riportare (anche una pallina) e sopratutto tanta acqua. …continua

  • Il Labrador: da cane dei pescatori a cane da famiglia

    Il Labrador: da cane dei pescatori a cane da famiglia

    L’isola di Terranova è un isola dell’oceano atlantico a nord-est del Canada davanti alla penisola del Labrador, il suo nome inglese è Newfoundland ed è un ex-colonia britannica entrata a far parte del territorio canadese nel 1949 ed è una terra molto prolifica di cani.

    Sembra infatti che fra le onde dell’oceano, i ghiacci e la pesca siano comparse qui le razze Terranova e Labrador, spesso confuse tra loro. La provincia infatti è composta da due regioni: l’isola di Terranova e il Labrador sul continente e da qui l’equivoco.

    Il Labrador Retriever è così chiamato perché veniva usato per trasportare il pesce catturato o recuperare reti e attrezzature varie sulle desolate coste della penisola canadese. …continua

  • Colori del Labrador: trasmissione genetica dei colori

    Colori del Labrador: trasmissione genetica dei colori

    Dalle combinazioni di nero, rosso e bianco le diverse gradazioni dei colori. Lo studio delle variazioni dei colori del mantello è l’argomento più complesso ed interessante che può affascinare un allevatore, al fine di poter selezionare al meglio la propria linea di sangue.

    Lo studio delle variazione dei colori del mantello è iniziato all’incirca nei primi anni del secolo scorso, insieme all’evoluzione genetica, dopo la riscoperta delle leggi di Mendel. …continua

  • Pedigree ENCI/FCI: che cos’è e perché richiederlo

    Con questo articolo vediamo di spiegare cos’è il pedigree, cosa garantisce, come avviene la registrazione al libro delle origine italiane (LOI) per ogni singolo cucciolo e dove si ritira una volta registrato.

    Che cos’è il pedigree?

    pedigreeIl libro genealogico di un cucciolo è il certificato su cui si attesta l’iscrizione al libro genealogico delle razze che in Italia è controllato dall’ENCI.

    Questo documento è molto importante e va sempre richiesto all’allevatore perché certifica l’appartenenza di un cane ad una determinata razza riconosciuta.

    Questo documento indica le discendenze del cucciolo (genitori, nonni, bisnonni, trisnonni).

    L’iscrizione del cuccioli nati al ROI (Registro Origine Italiano) e quindi ottenerne il certificato di iscrizione è un obbligo etico di ogni allevatore.

    La pratica d’iscrizione e il relativo pedigree hanno un costo di poche decine di euro per l’allevatore quindi diffidate da chi propone cuccioli a prezzi scontati perché li consegna senza questo documento.

    Sul certificato genealogico, se ufficiali, dovranno essere indicate le letture per le patologie ereditarie come la displasia dell’anca (HD) e del gomito (ED).

    Nel caso i controlli siano stati eseguiti da un ente estero non riconosciuto FCI, ad esempio dalla BVA (British Veterinary Association) questi risultati non saranno riportati sul certificato.

    Tuttavia l’allevatore dovrà comunque consegnare le copie dei documenti che attestano questi controlli ufficiali.

    La presenza del pedigree non fa di un Labrador un campione e non ne aumenta il valore, ma ne descrive semplicemente le origini.

    Come richiedere il pedigree

    Il certificato genealogico viene richiesto dall’allevatore solo con apposita richiesta all’ENCI attraverso una serie di documenti dalla denuncia di monta e nascita dei cuccioli (Modello A), entro 25 giorni dall’accoppiamento e nascita della cucciolata.

    Successivamente deve essere fatta la denuncia di iscrizione della cucciolata (Modello B) entro 90 giorni mediante la quale l’allevatore può intestare il cucciolo al futuro proprietario oppure tenerlo intestato a se stesso.

    In questo modo il cucciolo verrà ceduto al nuovo proprietario, attraverso la registrazione del passaggio di proprietà presso una delle Delegazioni dell’ENCI presenti sul territorio nazionale.

    I cani che vengono importati da nazioni estere riconosciute dalla Federazione Cinologica Internazionale (FCI) devono essere accompagnati da un documento (export pedigree) che deve essere convertito, facendo apposita richiesta all’ENCI.

    Altri tipi di pedigree non hanno valore per l’ENCI

    Esistono due tipi di certificati:

    • Pedigree ROI (Registro Originale Italiano, ex LOI “Libro Origini Italiano”) che è di colore marrone e va dalla quinta generazione in poi;
    • Pedigree RSR (Registro Supplementare dei Riconosciuti, ex LIR “Libro Italiano Riconosciuti”) di colore verde e va dalla prima alla quarta generazione. Quello di quarta è possibile cambiarlo in ROI presentando il cane in expo e facendone richiesta all’ENCI;

    Il solo fatto di avere un cucciolo con pedigree non basta! Avere un Labrador con una linea di sangue selezionata e con una genealogia ben costruita ottenuta dopo generazioni di accoppiamenti mirati è tutta un altra cosa.

    Il titolo di Campione non si eredita!

    Libro Genealogico Online

    Standard Labrador Retriever FCI

  • Morfologia di un labrador perfetto

    Morfologia di un labrador perfetto

    Vediamo come deve essere un labrador di razza morfologicamente perfetto per quanto riguarda il cranio, occhi, denti, orecchie, arti anteriori e posteriori, coda, colore, mantello, taglia e non per ultimo il carattere di questa stupenda razza canina.

    Ogni parte del labrador è di fondamentale importanza per l’armonia delle proporzoni e funzionale al suo lavoro come cane da riporto. …continua

  • Labrador: carattere, pregi e difetti

    Labrador: carattere, pregi e difetti

    Cercherò con questo articolo di dare alcune informazioni di base circa lo standard del Labrador Retriever, la mia intenzione non è quella di andare nel dettaglio, per questo ci sono ottimi siti che lo possono fare ma solo di dare un’idea generale a chi non conosce la razza e  desidera acquistare un cucciolo di labrador. …continua

  • Colore del mantello

    Colore del mantello

    Quante volte avrai desiderato di avere il cucciolo di labrador proprio di quel colore visto nella pubblicità della scottex, né più chiaro né più scuro. …continua