Il Labrador: un cane dolce, docile ed affidabile

Appare e scompare tra l’erba alta felice di essere un cane… la sua sensibilità saprà accompagnare anche il mio cammino….

Il suo nome completo è Labrador Retriever che significa cane da riporto.

È un fattore basilare che non possiamo dimenticare, perchè lui il riporto c’è l’ha nel sangue.

Il riporto è la sua vita, la sua passione, il suo orgoglio di cane.

Ma non dobbiamo pensare che questa razza sia strettamente riservata ai cacciatori, non è il fucile a rendere felice un Labrador. Le cose importanti sono un pò di oggetti da riportare (anche una pallina) e sopratutto tanta acqua.

Per lui essere bagnato è bello, in ogni stagione e ad ogni ora e amando il padrone più di ogni altra cosa al mondo, il Labrador troverà del tutto normale condividere con lui le più grandi gioie della sua vita.

Parliamo subito anche dell’altro problema che il padrone di un labrador dovrà sicuramente affrontare: quello di una coda animata da un allegria senza limiti così entusiasta che sembra avere vita propria.

Questa è una delle caratteristiche più tipiche e più gradevoli della razza quando siamo all’aperto. Al chiuso può combinare un bel numero di disastri specie quando il cane è giovane e se cresciuto senza regole.

Il labrador è un cane talmente dolce, docile ed affidabile che è davvero difficile parlare male di lui.

E’ un cane di costituzione robusta, raccolto e molto attivo. Ha un cranio largo, torace ampio e profondo, costole larghe e ben cerchiate.

Il posteriore e il rene sono larghi e robusti, ha un ottimo temperamento ed è un cane molto agile. L’olfatto è eccellente, la bocca morbidamolto amante dell’acqua. Il labrador è un adattabile affezionato compagno.

Il temperamento è intelligente attento e condiscendente, desideroso di piacere. Di indole compiacente non è mai aggressivo o timido.

Il labrador è veramente un cane per tutti, adora i bambini, è dolce e tranquillo con gli anziani, è un robusto resistente compagno di passeggiate per i giovani più dinamici.

E’ cane che non presenta controindicazioni ne effetti collaterali, ma se lui è un cane per tutti non è altrettanto scontato che tutti possono essere padroni adatti a lui.

Il padrone ideale di un Labrador è innanzitutto una persona che ha molto tempo da dedicargli, questa razza ha un bisogno vitale di compagnia umana.

Dovete sapere che la coda di un giovane labrador deve avere ampi spazi a disposizione, il resto del cane richiederebbe spazi più contenuti ma, purtroppo, viaggiano sempre insieme. Meglio se la casa dispone anche di un giardino in cui il cane possa sfogare la sua grande vitalità.

Il labrador ama moltissimo i viaggi in macchina che considera la sua cuccia semovibile. Finchè è molto giovane aiutatelo salire e scendere senza chiedergli di saltare, è uno degli sforzi da evitare perché potrebbe danneggiare le articolazioni.

Il labrador è spesso mangione specie del cucciolone. Bisogna assecondare i suoi desideri perchè importante che il cane di costruisca quello strato di grasso sottocutaneo che gli permette di lavorare a lungo in acqua senza sentire freddo.

Quando esce dall’acqua il labrador va asciugato bene soprattutto alla base della coda.

Se rimane umida questo può causare una dolorosa contrattura dei muscoli adduttori. Il fenomeno è detto “Broken Tail” (coda rotta) perché il cane la tiene bassa e rigida e guaisce ogni volta che tenta di muoverla. Una buona asciugatura evita questo problema.

Come abbiamo visto il labrador è un animale bello, intelligente, utile e versatile ma un labrador è qualcosa di più.

E’ un amico capace di insegnarci che la felicità può essere racchiusa in uno specchio d’acqua, che ogni momento della vita è una gioia, che sentirsi parte della natura e amare tutti gli esseri viventi è la cosa più semplice e naturale del mondo.

Il labrador è un allievo dotato e tenerissimo ma è anche un grande maestro e il suo è un insegnamento prezioso da non dimenticare mai!