Colori del Labrador: trasmissione genetica dei colori

Dalle combinazioni di nero, rosso e bianco le diverse gradazioni dei colori. Lo studio delle variazioni dei colori del mantello è l’argomento più complesso ed interessante che può affascinare un allevatore, al fine di poter selezionare al meglio la propria linea di sangue.

Lo studio delle variazione dei colori del mantello è iniziato all’incirca nei primi anni del secolo scorso, insieme all’evoluzione genetica, dopo la riscoperta delle leggi di Mendel.

Nel Labrador sono due i gruppi di geni (E, B) che controllano i colori del mantello: un tipo (E o e) controlla i colori nero, cioccolato (colori scuri) ed il giallo (colore chiaro).

I Labrador con genotipo EE (omozigote dominante) o genotipo Ee (eterozigote) saranno scuri (nero o cioccolato), mentre i Labrador con genotipo ee (omozigote recessivo) saranno chiari (giallo o Dudley) perché il genotipo (e) rappresenta il “NON COLORE” (giallo).

Il secondo gruppo di geni influenza il colore scuro (B o b). Questi geni controllano che il Labrador nero (colore dominante) e cioccolato (recessivo), siano dominanti sul colore  giallo. Il Labrador BB (dominante) o Bb sarà quindi nero.

I cuccioli prenderanno una E/e (maiuscola o minuscola) una dalla madre e una dal padre, così come una B/b (maiuscola o minuscola) per completare il corredo genetico.

B = Nero
b = Cioccolato
E = Colore
e = No colore (giallo)

Un Labrador può avere: BB, Bb o bb insieme con EE, Ee o ee

Poiché le due coppie di geni sono accoppiate, le combinazioni possibili sono:

BBEE = Nero
BBEe = Nero (che trasmette il giallo)
BBee = Giallo
BbEE = Nero (che trasmette il cioccolato)
BbEe = Nero (che trasmette il giallo e il cioccolato)
Bbee = Giallo (che trasmette il cioccolato)
bbEE = Cioccolato
bbEe = Cioccolato (che trasmette il giallo)
bbee = Dudley (non ammesso dallo standard)

La combinazione genetica eebb porta ad avere un Labrador definito “Dudley”, cioè un Labrador giallo con la pigmentazione da Labrador cioccolato.

Questo tipo di Labrador non è riconosciuto dagli standard di razza ufficiali attuali anche se è molto simpatico!

Nel Labrador gli accoppiamenti tra soggetti diversi come fenotipo sono 10, ma con il fatto che spesso non si fanno controlli ben precisi come mappature genetiche o test del colore si può arrivare fino a 81 variabili.

Questo anche perché in passato spesso si sono fatti errori nella compilazione dei moduli di denuncia delle cucciolate, nell’attribuzione di un colore sbagliato.

Ad esempio, fino a poco tempo fa, il colore del Labrador giallo, veniva definito panna, bianco, biondo, oro, biscotto, champagne, crema… in base al gusto dell’allevatore, creando così non pochi dubbi e perplessità.