Insegnare a non tirare fin da cucciolo

Di solito questo problema si manifesta già quando il Labrador è cucciolo ed è una naturale abitudine del piccolo.

Il problema è che molti proprietari inesperti ritengono questo comportamento una normalità e non lo prendono con la dovuta importanza, sottovalutando che il cucciolo in pochi mesi diventerà un cane adulto di oltre 30/35 Kg.

Spesso vedo proprietari che portano a spasso il cane come fosse il sacco del patume, perchè il cane una volta viene portato a destra, un’altra a sinistra e precede sempre il proprietario.

I motivi di questo comportamento sono tanti, ma partono tutti dal grado gerarchico in cui il cane si pone verso il padrone: il cane non vede il proprietario come leader e ritiene che le sue decisioni hanno poco valore!

Se fate un’escursione in montagna con una persona e durante il cammino notate che questa non conosce bene il percorso o è titubante, la cosa più naturale è quella di prendere l’iniziativa (potere decisionale = capo branco)

Inoltre ci possono essere altri motivi che influenzano il comportamento del tirare (l’età, il carattere, la paura o l’aggressività, il proprietario).

insegnare-labrador-guinzaglioVediamo come possiamo intervenire per insegnare al nostro Labrador a non tirare al guinzaglio e rendere la passeggiata più piacevole, senza tornare a casa con un braccio più lungo dell’altro.

La prima cosa da fare è rendere questo comportamento il più vantaggioso e piacevole per il cane, dunque vi sconsiglio vivamente l’utilizzo di collari a strozzo, semi strozzo o pettorine.

Strattonare il cane in continuazione non gli insegna a non tirare, ma gli insegna ad avere paura del guinzaglio .

Con un bambino, se ci stiamo avvicinando al parco e notiamo un cane o un’altro bambino nelle vicinanze e lui inizia a tirare, noi non lo strattoniamo per il braccio, ma gli facciamo capire che se cammina vicino a noi senza tirare oltre ad arrivare al parco gli compreremo anche un gelato!!!

Sfruttiamo allora la grande voracità di questa razza, che per mangiare farebbero qualsiasi cosa.

Con il cane si può considerare la stessa situazione e ci dovremo comportare allo stesso modo … tu non tiri e io ti do un premio (bocconcino)

Vi consiglio i bocconcini che si trovano anche sfusi nei negozi invece delle crocchette che abitualmente mangia, in modo da stimolarlo con qualcosa che ha un sapore diverso dal mangime e in più sono meno unti.

Armatevi di pazienza e non mollate … fatelo sempre allo stesso modo (cane a sinistra) usando le stesse parole e un tono basso di voce quando sbaglia gli dite NOOOO è guardate se il cane sente il comando e almeno le prime volte rallenta e si gira per capire se riceve il premio!

Tecnicamente questo modo di insegnare i comandi si chiama COMANDO CON RINFORZO POSITIVO, ovvero se fai bene ricevi un premio (bocconcino) se no nulla!

Scegliete un luogo tranquillo privo di distrazioni, prendete una bella scorta di bocconcini, legate al guinzaglio il cane e nello stesso momento rinforzare con il bocconcino, in modo che l’esperienza del guinzaglio si positiva. Arriverete al momento che a un vostro gesto il cucciolo capirà e proverà anche a portarvi il guinzaglio.

Camminate con un passo normale e ogni volta che il guinzaglio non è in tensione rinforzate con un premio il cucciolo, cercate di tenere il cane a sinistra e mantenete la vostra scelta. In breve tempo il vostro cucciolo imparerà a stare vicino ai vostri piedi perché è molto conveniente per lui.

Vi dico che non sarà subito facile e se in poco tempo riuscite a correggere questo comportamento siete bravi entrambi oppure il vostro cucciolo non tirava con molta insistenza già da prima, dunque voi avrete solo migliorato una tendenza che aveva già.

Come comportarsi se il cucciolo è già adulto?

Prendiamo Labrador maschio di 30 kg. con un anno di età, quindi molto vigoroso, dominante e altrettanto forte. Come visto già sopra andate in un luogo tranquillo, portatevi dei bocconcini e un sacco di pazienza!!

Prima cosa da fare: ogni volta che il vostro cane vi precede e tira, fermatevi e gli date le spalle.

A questo punto il cane ha 2 possibilità:

1) Tirare ancora di più per portarvi dove vuole lui (ovviamente non dovrà mai riuscirci)

2) Scegliere di venire nella vostra direzione, in quel preciso momento dovete rinforzare con un bocconcino.

La cosa più naturale che il cane farà subito dopo aver preso il bocconcino sarà quello di tirare nella direzione in cui vi siete voltati e magari anche più forte.

Nessun problema voi fate esattamente come sopra: vi fermate, gli date le spalle e se il cane ritorna verso di voi gli date un bocconcino finchè il cane comincerà a tirare con meno insistenza.

Condurre un Labrador al guinzaglio senza che tiri è una abilità per niente facile soprattutto con soggetti esuberanti e grandi, dunque non pretendete subito dei grossi risultati, dovrete avere molta pazienza e costanza nel ripetere questi esercizi.

Se trovate  difficoltà o avete poca pazienza, appoggiatevi ad un corso di comportamento che sicuramente potrà aiutarvi nel miglior modo possibile.