Che cos’è un vaccino? Vivere al nostro fianco in un pulito appartamento cittadino e condurre un’esistenza urbana non evita certo ai nostri amici labrador il contatto con determinati microrganismi capaci di farli ammalare in maniera più o meno grave.

La regolare pratica delle vaccinazioni, per fortuna, allontana sensibilmente questo pericolo e rende l’organismo canino più resistente nei riguardi delle infezioni.

Un vaccino non è altro che un preparato ottenuto in laboratorio uccidendo (in questo caso si chiama: “vaccino spento”) o rendendo del tutto inoffensivi (“vaccino vivo attenuato”) gli agenti patogeni responsabili delle affezioni contro le quali si decide, appunto, di difendere il nostro cucciolo di labrador.

L’introduzione di questi microrganismi modificati nell’organismo animale suscita una risposta da parte del sistema immunitario, che si manifesta con la produzione di elementi difensivi (gli anticorpi) che hanno lo scopo di contrastare virus, batteri e protozoi con i quali puà accadere, in seguito, di venire a contatto.

Senza una corretta vaccinazione il nostro amico a quattro zampe risulta potenzialmente privo delle difese immunitarie adeguate per contrastare l’azione dei germi patogeni e più esposto, quindi, a una serie di malattie.

Vaccinare un cucciolo di labrador, ma questo vale per qualsiasi cane, significa proteggerlo dall’attacco di microrganismi capaci di minacciare seriamente la sua salute.

Ogni cane deve essere visitato accuratamente prima di essere sottoposto a vaccinazione.