La corretta convivenza tra cane e bambino

La convivenza tra i bambini e cani è un’opportunità davvero unica e preziosa che non tutti hanno la possibilità di sperimentare.

Il cane, infatti, non solo diventerà un insostituibile e fidato compagno di giochi, ma darà al bambino l’occasione di apprendere qual è la differenza tra gli esseri umani e gli animali.

Per fare questo, però, è fondamentale seguire alcune semplici regole affinché il rapporto fra bambino ed animale sia armonioso, amorevole e sicuro.

Questo perché, molto spesso, i bambini vedono il cane più come un giocattolo piuttosto che un essere vivente, con il suo carattere e le sue abitudini.

Vediamo insieme alcune di queste regole!

La più importante, naturalmente, è quella di non lasciare mai il cane da solo con il bambino, anche nel caso in cui quest’ultimo avesse già imparato come comportarsi in presenza di animali.

Anche se lasciato da solo a giocare in modo del tutto innocuo, il bimbo potrebbe involontariamente disturbare o fare del male al cucciolo, provocando in lui reazioni inaspettate o, addirittura, generandogli situazioni di stress o traumi che lo porterebbero a vedere il bambino come una minaccia.

Inoltre è essenziale che il cane abbia una cuccia o comunque uno spazio tutto suo, tranquillo e riparato, dove possa rifugiarsi qualora dovesse sentirsi infastidito dal bambino.

Se messo sotto pressione da un’eccessiva invadenza, infatti, il cane deve avere la possibilità di allontanarsi e stare per conto suo se lo desidera.

Così come è importante che il bimbo non lo disturbi mai mentre sta mangiando e che non tocchi la ciotola in quanto di sua proprietà.

Riguardo a ciò che è necessario insegnare al bambino, ricordiamoci di spiegargli come relazionarsi non sono con il cane di famiglia, ma anche con quelli che si incontrano fuori casa.

Prima di avvicinarsi a questi ultimi, infatti, il bimbo deve sapere che l’atteggiamento più giusto da utilizzare è quello, dopo aver chiesto il permesso al proprietario, di avvicinarsi con cautela al cane e farsi annusare la mano da lui non ponendola mai sopra la sua testa, in quanto potrebbe essere interpretato come un gesto minaccioso di dominanza.

Successivamente, solo nel caso in cui il cane si mostri disponibile, potrà accarezzarlo sotto il muso.

Infine parliamo di un gesto che i bambini amano molto fare nei confronti dei cani: l’abbraccio.

Alcune razze sono consapevoli che questo è una semplice ed innocua manifestazione d’affetto, nonostante nel loro linguaggio abbia un significato del tutto diverso, ovvero dominanza e sfida.

Per questo motivo è sempre meglio essere sicuri che il cane sia in vena di ricevere un abbraccio dal bambino (ma anche dagli adulti) per evitare spiacevoli incidenti.

Naturalmente questi sono solo alcuni consigli da mettere in pratica affinché la convivenza fra il bambino e il cane possa avvenire in tutta sicurezza.

Molti altri piccoli accorgimenti, infatti, verranno da sé con il passare del tempo, l’importante è seguire sempre un pizzico di buon senso!