La corretta educazione del cucciolo

Molte persone ci chiedono se un cucciolo di labrador si può educare. Certo che sì, anzi si deve per una corretta convivenza nel branco umano in cui il cucciolo diventa parte integrante.

Non solo devi educare il tuo cucciolo, ma è essenziale per stabilire delle buone abitudini fin dall’inizio.

Un cucciolo ha bisogno di regole e coerenza. Fornirgli una corretta educazione è essenziale per una corretta convivenza senza incomprensioni.

Stabilire una corretta comunicazione cane-proprietario: la coerenza e la corretta lettura ed interpretazione del linguaggio posturale del tuo cucciolo è fondamentale per comunicare efficacemente con lui.

Insegnargli delle regole di convivenza: inizialmente sarà sufficiente insegnargli il comando “seduto” per avere un cane educato entro certi limiti, ma non sarà sufficiente, bisogna andare oltre!

Capire il linguaggio del corpo

Leggere e interpretare correttamente il linguaggio posturale del tuo cucciolo ti permette di intervenire in modo appropriato quando è necessario e di prevenire i comportamenti o le situazioni indesiderabili.

Chiedere al tuo cucciolo di mettersi seduto prima di ricevere attenzioni, premi, giochi, ecc…. equivale a insegnargli a chiedere “per favore”.

Per il cucciolo si tratta non solo di un modo appropriato per chiedere e relazionarsi con le persone, ma permette anche di stabilire una comunicazione efficace tra di voi.

Puoi ricompensare il tuo cucciolo sia con piccoli premi come pezzetti di mela (evitando dolci e in particolare lo zucchero e il cioccolato), che con carezze.

Assicurati che le sessioni di educazione non siano troppo lunghe e difficili per il tuo cucciolo. Dopo 15 minuti la sua attenzione calerà, quindi favorisci sessioni brevi e frequenti piuttosto che lunghi addestramenti.

Come posso evitare di fargli combinare guai?

Se il tuo cucciolo morde mobili, si arrampica dove non deve, sporca dovunque, ecc… non è assolutamente utile rimproverarlo o punirlo se non lo hai colto sul fatto: il cane ragiona per associazione e se sono trascorsi anche solo 10 secondi non farà il collegamento!

Il modo migliore per educare un cane è premiarlo per i comportamenti desiderati invece che punirlo per quelli indesiderati.

In ogni caso, per dirgli che ha fatto qualcosa che non va è sufficiente usare un «NO!» con voce ferma e quindi dirgli cosa vogliamo che faccia (per esempio “seduto” o “vieni”) e premiarlo subito per averci obbedito.

Morde quando gioca, è normale?

Normalmente, durante il periodo di socializzazione, i cuccioli imparano dalla madre a mordere delicatamente. Per questo è di fondamentale importanza non pretendere l’arrivo del cucciolo troppo presto in casa e diffidare da quelle persone che consegnano cuccioli addirittura a 45/50 giorni!

Il periodo migliore per adottare un cucciolo è verso i 70/80 giorni. Spesso ci chiamano persone che hanno preso cuccioli troppo piccoli con grandi problemi di comportamento.

Quando giocate e il cucciolo inizia a mordervi fermate il gioco con un secco «NO!» e smettete di giocare. Questo insegnerà al cucciolo che se vuole giocare non dovrà mordere.

Come posso educarlo a non sporcare in giro?

Il modo più semplice per educare il vostro cucciolo a sporcare solo in un determinato posto è quello di fare uscite regolari (e sempre dopo un pasto) nel luogo in cui si desidera che faccia i propri bisogni, di solito in giardino o all’esterno. Quando lo farà ricompensalo con entusiasmo.

Riempire la casa di tappeti non è mai una buona soluzione, in quanto è facile che una volta imparato a farla sui tappetini igienici te la faccia anche sui tappeti pregiati di casa (per lui sono la stessa cosa).

Abbaia quando è da solo, cosa posso fare?

A poco a poco abitualo a stare da solo e separato da te. Se lui è eccitato al tuo ritorno non considerarlo e non appena si è tranquillizzato premialo con delle carezze. È necessario abituarlo affinché si senta al sicuro anche in tua assenza.

Posso lasciarlo da solo per qualche giorno?

Non è assolutamente opportuno lasciare un cucciolo da solo per una giornata intera. I cuccioli di labrador hanno veramente bisogno della compagnia di una famiglia, di essere portati a spasso, di sporcare all’esterno e trovarsi completamente soli potrebbe essere una fonte di ansia e di grande stress.

Ho dei bambini, devo prendere particolari precauzioni?

Per evitare morsicature, insegna al tuo bambino a:

  • NON disturbare il cucciolo quando dorme o mangia;
  • NON guardarlo dritto negli occhi;
  • NON stringerlo forte tra le sue braccia;
  • NON dargli alcun tipo di cibo dalla tavola.

I bambini non devono essere MAI lasciati da soli con un cane senza la supervisione di un adulto.

Ho già altri animali in casa. Come posso farli andare d’accordo tra loro?

Normalmente i cani vanno d’accordo tra loro. Assicurati di dare a tutti i tuoi cani la stessa quantità di attenzioni, in modo che il nuovo arrivato non sia percepito negativamente dagli altri.

Lascia che si conoscano l’uno con l’altro con i propri tempi, annusandosi a vicenda. Con un gatto le presentazioni potrebbero non essere così semplici.

Evita di farli conoscere bruscamente, ma introduci il nuovo arrivato al gatto in modo molto graduale. Non lasciare il cucciolo da solo con il gatto fino a quando non si saranno abituati l’uno all’altro.

Le regole di base per chi ha un cane

Il cane, sopratutto un Labrador ha bisogno di esercizio fisico: dedica tempo alle sue passeggiate e non solo il tempo di un “bisognino veloce” per ritornare nel minor tempo possibile.

Il cucciolo è un essere sociale: ha bisogno di incontrare altri cani, altri animali e di essere incluso quanto più possibile nelle uscite di famiglia (shopping, uscite in auto, passeggiate in città, ecc).

Essere coerenti: è molto importante, per questo non dovresti permettere un giorno una cosa e vietarla in un’altra occasione. Hai bisogno di essere chiaro, paziente e attento.

Dimostra che sei tu il capobranco

  • cerca di essere un riferimento sicuro e affidabile per il tuo cane;
  • dagli un posto fisso per dormire, che sia tranquillo e non di passaggio frequente;
  • cerca di fornirgli una routine regolare di alimentazione a base di carne fresca e passeggiate;
  • insegnagli a chiedere “per favore” mettendosi seduto per ottenere giochi, carezze e attenzioni.

Il linguaggio del cane

Il tuo cane comunica con te abbaiando in diversi modi. Impara a capire la sua lingua:

  • abbaio di richiamo: spesso un suono lungo;
  • abbaio di minaccia: un suono più piatto, accompagnato da una evidente postura;
  • abbaio di eccitazione: un suono più alto, spesso emesso dal cane quando corre velocemente;
  • abbaio da gioco: suono discontinuo.