Vediamo conoscere i rischi della processionaria nel cane e come intervenire rapidamente. La processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) è un lepidottero altamente distruttivo.

Viene considerata una delle più importanti piaghe sui pini mediterranei, sebbene possa colpire anche altri alberi. Il nome è dovuto al loro modo caratteristico di spostarsi dagli alberi al suolo durante la loro fase migratoria tutti in fila (processione).

Oltre a danneggiare gli alberi, la processionaria del pino può causare problemi di salute a esseri umani e animali: gatti, cani, furetti.

La processionaria ha peli urticanti che provocano reazioni allergiche.

Il risultato più frequente negli animali sono i gonfiori nella zona della bocca. Nei casi più gravi potrebbero perdere parte della lingua e delle labbra o addirittura soffrire di asfissia.

Ciclo di vita della processionaria del pino

Dovremmo conoscere un po’ il ciclo di vita di questo insetto per evitare di rischiare il contatto con questo insetto.

Alla fine dell’estate, le falene adulte si accoppiano e le femmine depongono le uova sulle foglie degli alberi.

I bruchi si schiudono dalle uova 4 settimane dopo.

Le fasi più caratteristiche che attraversano sono: la costruzione dei nidi per svernare, e la migrazione dalle cime degli alberi in primavera per formare la crisalide sotterranea.

In estate le falene si schiudono dalla crisalide e il ciclo biologico ricomincia quando raggiungono l’età adulta.

Il contatto con la processionaria del pino è più pericoloso durante i periodi di migrazione:

  • alla fine dell’autunno (quando costruiscono i nidi)
  • all’inizio del caldo (quando l’aumento delle temperature stimola i bruchi a spostarsi dall’albero al suolo)

Molto alto anche il rischio nel manipolarli e ogni volta che i nidi vengono rimossi, principalmente in inverno.

Sintomi della processionaria

Se il tuo cane è stato a contatto con la processionaria, noterai che:

  • il cane appare nervoso
  • labbra, bocca e lingua sono pruriginose o addirittura gonfie
  • quando c’è stato un contatto con l’interno della bocca, saliva più del solito e deglutisce molto velocemente

Questi sintomi potrebbero essere dovuti ad altri motivi, come avvelenamenti da alcune piante. Pertanto, è meglio andare subito da un veterinario che determinerà la causa esatta e prescriverà il trattamento giusto.

Gli effetti più comuni della processione del pino sugli animali sono:

  • Infiammazione della bocca, della lingua e delle labbra: tali reazioni si verificano quando il cane lecca o prende il bruco in bocca.

Oltre al gonfiore, potrebbe esserci la morte dei tessuti nelle aree colpite. Il cane potrebbe perdere parte della lingua o delle labbra.

Se il tuo cane ingoia una processionaria del pino, le conseguenze possono essere anche peggiori: in alcuni casi potrebbe causare infiammazioni alla laringe.

Ciò comprometterebbe la respirazione e potrebbe portare alla morte del cane. Possono verificarsi infiammazioni delle palpebre e ulcere della cornea, quando i peli urticanti del bruco vengono portati dal vento.

  • Infiammazione della cavità nasale, quando il cane  annusa il bruco e i peli dell’insetto entrano nel naso.

Prognosi del contatto con processionaria

La prognosi varia a seconda dell’area interessata, dell’estensione del danno e della tempestività del trattamento.

Pertanto, se sospetti che il tuo cane sia stato in contatto con i bruchi della processionaria del pino, il nostro consiglio è di portarlo immediatamente in un centro veterinario. Valuteranno la gravità delle lesioni e prescriveranno il trattamento più idoneo.

Prevenzione per la processionaria

È fondamentale tenere sotto controllo le zone in cui i nostri cani o trascorrono il tempo durante l’autunno e la primavera.

Prevenire con qualsiasi mezzo il loro contatto con i bruchi della processionaria del pino, eliminandoli o evitando le aree in cui vivono.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *