La vendita di un labrador

Ecco alcune consigli da tenere in considerazione quando si acquista un Labrador. Il primo fattore è quello relativo al prezzo di vendita del Labrador.

Il fattore prezzo dipende, come ogni cosa sul mercato, dalla domanda. Quella del Labrador Retriever, è una delle razze più richieste, pertanto il prezzo per l’acquisto di un cucciolo o di un esemplare adulto, non sarà molto basso.

La vendita del cucciolo o dell’esemplare adulto di Labrador Retriever, viene generalmente effettuata presso strutture autorizzate, allevamenti in cui tutti gli esemplari siano tenuti in condizioni igienico-sanitarie perfette, che siano sottoposti a controlli e analisi costanti, in cui siano effettuati vaccini, ecc…

Anche laddove, l’acquisto non venga effettuato presso queste strutture, o questi allevamenti labrador autorizzati, il cucciolo deve essere consegnato, dopo aver compiuto il 60° giorno di vita (meglio 70) a seguito di interventi di svezzamento (8-9 settimane) e varie sverminazioni e deve essere dotato di:

  • Microchip
  • Pedigree
  • Libretto Sanitario
  • Certificato d’origine
  • Certificati di esenzione da malattie ereditarie (oculopatia, displasia al gomito e displasia all’anca)

Labrador adulto

La vendita di un esemplare adulto di Labrador Retriever, invece, prevede la consegna del cane al nuovo proprietario dotato di:

  • Esenzione da malattie ereditarie
  • Pedigree
  • Libretto Sanitario

Oltre che tatuaggio o microchip ed eventuali certificati di qualifiche come Riproduttore, Campione di Bellezza o di Lavoro ecc.

Quello che è importante segnalare è, che nella vendita di un Labrador Retriever, non deve incidere sul prezzo (e molto spesso non incide) nel caso dei cuccioli, l’essere figlio di genitori campioni, che altro non è che una garanzia di esemplari morfologicamente perfetti.