L’alimentazione del cane (quella vera)

Come per l’essere umano, anche per il cane l’alimentazione è sicuramente il fattore principale per mantenersi in buona salute.

Il cane è quello che mangia e su questo non si discute!

Sono sempre più convinto che bisogna dare importanza all’etologia del cane (che è ancora oggi un carnivoro) e che i carboidrati possono non fare parte della dieta di un carnivoro, o farne parte in misura molto ridotta.

Quasi tutti i cibi industriali per cani sono costituiti per la maggior parte da cereali misti (fonti di carboidrati che arrivano da amido, mais, frumento) e nella lista degli ingredienti vengono sempre ben mascherati perché elencati singolarmente, ma se sommati arrivano spesso al 60-70% quindi fuori da ogni logica nutrizionale per un carnivoro come è il cane.

dieta a crudo: alimentazione barf per caniPurtroppo, la maggior parte dei proprietari si affida e si fida per l’alimentazione dei propri cani all’industria mangimistica che ovviamente cerca di fare passare il concetto che il cibo industriale è buono, è equilibrato, è sano, è adatto, è calibrato, ecc…

Il concetto di un cibo unico, perfettamente equilibrato, viene dall’industria dei mangimi (intervista a Dott. David Bettio).

La motivazione di una tale idea è un guadagno economico e non un’alimentazione ottimale e salutare per il cane.

Non esiste la necessità di somministrare ad ogni pasto tutte le sostanze nutritive di vitale importanza.

Dove sta scritto che il cane deve mangiare tutti i giorni le stesse percentuali di proteine animali, proteine vegetali, vitamine, ecc… ?  

Come ho sempre sostenuto anche in precedenti articoli, il livello di equilibrio si deve raggiunge nell’arco di tempo di molte settimane, come del resto accade anche in natura.

Seguendo un’alimentazione a crudo e naturale non è un problema se, per un breve lasso di tempo, si alimenta il cane in maniera monotona.

Noi mangiamo tutti i giorni nello stesso modo?

La cosa importante è che, di norma, il cane mangi in maniera variata.

Facile capire come tutte quelle persone che non si informano veramente su cosa contengono i cibi industriali secchi o umidi, anche a causa di etichette molto criptate e ben studiate, arrivano alla convinzione che sia più comodo e più semplice comprare un sacco di cibo pronto e fidarsi delle indicazioni del produttore, piuttosto che occuparsi dell’alimentazione del proprio cane personalmente con cibo fresco.

L’enorme aumento di malattie nella nostra popolazione canina è il risultato sempre più evidente di quest’alimentazione basata sui cereali (carboidrati).

Tumori, allergie, pancreatite, insufficienza pancreatica, dermatiti, malattie renali ed epatiche, insufficienza immunitaria, disturbi della fertilità e della crescita compaiono sempre più di frequenti.

Un essere vivente necessita di almeno 10.000 anni per adattarsi a un cambiamento completo nell’alimentazione, mentre ci sono voluti appena 60 anni prima che il cane fosse costretto ad assuefarsi ai cibi pronti industriali.

In questi 60 anni le condizioni di salute generale dei cani sono peggiorate drasticamente, anche se molti la pensano e si sentiranno dire diversamente ovvero che proprio grazie al cibo industriale così “equilibrato” oggi i cani vivono più a lungo (purtroppo no è così!).

Guarda il video completo su RAI.TV

La maggior parte dei problemi di salute dipendono decisamente dall’alimentazione e molti veterinari portano avanti questo “non nuovo” modo di pensare, quello che poi la natura stesso ha dettato come unica l’alimentazione di un carnivoro (questa presa di coscienza mi fa molto piacere, vedi il Dott. Davide BettioDott. Alessandro Prota).

Molti allevatori e proprietari di cani sono oggi hanno constatato che il cibo industriale sia una delle cause principali delle cattive condizioni di salute degli animali. Una di queste, con sostenitori ormai in tutto il mondo, è la cosiddetta alimentazione BARF (in sintesi cibo fresco e crudo).

Il concetto dell’alimentazione naturale

  • La sigla significa Biologically Appropriate Raw Food, che sta a indicare una corretta e sana alimentazione per animali che prevede cibo crudo biologicamente appropriato.
  • Il metodo segue il principio base della natura, secondo cui ogni essere vivente è dotato di un suo specifico sistema digestivo. Il cane e il gatto, in quanto tali, nascono carnivori e necessitano di conseguenza di un’alimentazione fatta di cibi animali crudi.
  • Solo la dieta Barf ci dà la possibilità di adattare con precisione la dieta alle esigenze specifiche del nostro animale. Al contrario del cibo industriale, con la BARF si ha il perfetto controllo su cosa finisce nella ciotola dei nostri animali.
  • L’alimentazione è fondamentale per garantire una buona salute ai nostri animali. Il risultato del cibo industriale si evidenzia sempre di più attraverso l’enorme aumento di patalogie nella popolazione canina e felina.
  • Un sistema immunitario sano e forte dipende da un intestino sano e forte e un intestino sano dipende da un’ alimentazione sana e appropriata. Imparare il metodo Barf è importante per chiunque abbia a cuore il benessere e la salute dei suoi animali.

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-6725ab3f-7f78-460f-a773-2cae8e4e5704.html

Scarica PDF della puntata