La piometra nel cane è un’infezione secondaria che si verifica a seguito di cambiamenti ormonali nel tratto riproduttivo femminile.

Dopo l’estro (calore), l’ormone progesterone rimane elevato per un massimo di due mesi e provoca l’ispessimento del rivestimento dell’utero in preparazione alla gravidanza.

Se la gravidanza non si verifica per diversi cicli estri consecutivi, il rivestimento uterino continua ad aumentare di spessore fino a quando non si formano cisti all’interno dei tessuti uterini (una condizione chiamata iperplasia endometriale cistica ).

Il rivestimento cistico ispessito secerne fluidi che creano un ambiente ideale per la crescita batterica.

Inoltre, i muscoli dell’utero non possono contrarsi adeguatamente a causa dell’ispessimento della parete uterina o degli alti livelli dell’ormone progesterone.

Ciò significa che i batteri che entrano nell’utero e i liquidi che si sono accumulati non possono essere espulsi.

Durante l’estro, i globuli bianchi, che normalmente proteggono dalle infezioni eliminando i batteri, vengono inibiti dall’entrare nell’utero.

Questo evento normale consente allo sperma di entrare in sicurezza nel tratto riproduttivo della femmina senza essere danneggiato o distrutto da queste cellule del sistema immunitario.

La combinazione di questi tre fattori può spesso portare a infezioni potenzialmente letali.

Come entrano i batteri nell’utero?

La cervice è la porta dell’utero. Rimane ben chiusa tranne durante l’estro, quando si rilassa per consentire allo sperma di entrare nell’utero.

Se la cervice è aperta o rilassata, i batteri che si trovano normalmente nella vagina possono facilmente entrare nell’utero.

Se l’utero è “normale”, l’ambiente uterino impedisce la sopravvivenza batterica; tuttavia, quando la parete uterina è diventata ispessita o cistica, a causa dell’iperplasia endometriale cistica, esistono le condizioni perfette per la crescita batterica.

Cos’altro può causare cambiamenti nell’utero?

L’uso di farmaci a base di progesterone può causare cambiamenti nell’utero simili al ciclo dell’estro. Inoltre, estrogeni o farmaci estrogeni sintetici aumenteranno gli effetti del progesterone sull’utero.

I farmaci contenenti sia estrogeni che progesterone sono talvolta usati per trattare alcune condizioni del sistema riproduttivo.

Qualsiasi femmina intatta che riceve ormoni deve essere attentamente monitorata per lo sviluppo della piometra.

Quando si verifica la piometra?

La piometra può verificarsi in qualsiasi cane giovane o di mezza età sessualmente intera; tuttavia, è più comune nei cani anziani.

La piometra di solito si verifica da due a otto settimane dopo l’ultimo estro.

Il ripetersi di molte gravidanze isteriche può predisporre il soggetto alla piometra: la parete uterina subisce i cambiamenti che promuovono questa malattia. La piometra di solito si verifica da due a otto settimane dopo l’ultimo estro (ciclo di calore).

Quali sono i segni clinici della piometra?

I segni clinici dipendono dal fatto che la cervice rimanga aperta o meno. Nella femmina con la cervice aperta, il pus defluirà dall’utero attraverso la vagina verso l’esterno.

Pus o una secrezione anormale è spesso visibile sulla cute e sui peli sotto la coda o sulle zone dove il cane si è recentemente sdraiato. Febbre, letargia, anoressia e depressione possono o meno essere presenti.

Nei soggetti con cervice chiusa, il pus che si forma non è in grado di drenare all’esterno. Si raccoglie nell’utero provocando infine la distensione dell’addome.

I batteri rilasciano tossine che vengono assorbite nel flusso sanguigno. I cani con piometra chiusa si ammalano gravemente molto rapidamente.

Sono anoressici, molto svogliati e molto depressi. Possono anche essere presenti vomito o diarrea.

Le tossine rilasciate dai batteri influenzano la capacità del rene di trattenere i liquidi. Si verifica un aumento della produzione di urina e molti cani bevono un eccesso di acqua per compensare.

Un aumento del consumo di acqua può verificarsi sia nella piometra cervicale aperta che chiusa.

Come viene diagnosticata la piometra?

I cani che vengono esaminati nelle prime fasi del decorso della malattia possono presentare una leggera perdita vaginale e non mostrare altri segni di malattia.

Tuttavia, la maggior parte dei cani con piometra viene vista più tardi nella malattia.

Una femmina con un calore recente che beve una maggiore quantità di acqua dovrebbe essere sospettata di avere la piometra.

Ciò è particolarmente vero se c’è una secrezione vaginale o un addome doloroso e ingrossato.

I cani con piometra di solito hanno un forte aumento dei globuli bianchi e spesso hanno un aumento delle globuline (un tipo di proteina spesso associata al sistema immunitario) nel sangue.

Il peso specifico (concentrazione) dell’urina è generalmente basso a causa degli effetti tossici dei batteri sui reni. Tuttavia, questi cambiamenti non sono specifici e possono essere presenti in qualsiasi cane con una grave infezione batterica.

Se la cervice è chiusa, le radiografie dell’addome identificheranno spesso l’utero ingrandito. Se la cervice è aperta, spesso ci sarà un ingrandimento uterino così minimo che la radiografia sarà inconcludente.

Un esame ecografico può essere utile per identificare un utero ingrossato e differenziarlo da una gravidanza normale.

Le alterazioni ecografiche che indicano la piometra includono aumento delle dimensioni dell’utero, pareti uterine ispessite e accumulo di liquidi all’interno dell’utero.

Come viene trattata la piometra?

Il trattamento preferito è rimuovere chirurgicamente l’utero e le ovaie infette, eseguendo un’ovarioisterectomia (sterilizzazione)

I soggetti diagnosticati nella fase iniziale della malattia hanno ottime probabilità di guarigione e l’intervento è un po’ più complicato di una sterilizzazione di routine in questa fase.

Tuttavia, alla maggior parte dei cani viene diagnosticata la piometra quando sono piuttosto cronici, il che comporta una procedura chirurgica più complicata e un periodo di ricovero più lungo.

I liquidi per via endovenosa sono necessari per stabilizzare il cane prima e dopo l’intervento chirurgico. Gli antibiotici vengono solitamente somministrati per due settimane dopo l’intervento chirurgico.

Esiste un trattamento diverso dalla chirurgia?

Esiste un approccio medico al trattamento della piometra, sebbene il tasso di successo sia altamente variabile e non privo di rischi considerevoli e potenziali complicazioni a lungo termine.

Le prostaglandine sono un gruppo di ormoni che abbassano il livello di progesterone nel sangue, rilassano e aprono la cervice e provocano la contrazione dell’utero, espellendo batteri e pus.

Possono essere usati per trattare questa malattia, ma non sempre hanno successo e hanno alcune limitazioni importanti.

  1. Le prostaglandine causano effetti collaterali tra cui irrequietezza, ansimante, vomito, defecazione, salivazione e dolore addominale. Gli effetti collaterali si verificano entro pochi minuti dalla somministrazione e possono durare per alcune ore. Diventano progressivamente più miti ad ogni trattamento successivo. Il dolore può essere ridotto camminando o esercitando il cane per circa 30 minuti dopo l’iniezione.
  2. Se non vi è alcun miglioramento clinico entro 48 ore, quindi i cani che sono gravemente malati necessitano di un intervento immediato
  3. Poiché le prostaglandine causano la contrazione dell’utero, è possibile che l’utero si rompa e sparga l’infezione nella cavità addominale causando una condizione gravemente pericolosa per la vita del cane nota come peritonite . È molto probabile che accada quando la cervice è chiusa.

L’uso delle prostaglandine per trattare la piometra nel cane ha tassi variabili di successo. Il tuo veterinario ti aiuterà a decidere il miglior trattamento a seconda della situazione specifica per il tuo cane.

Cosa succede se non si cura il cane?

La possibilità di una risoluzione di successo senza intervento chirurgico o trattamento con prostaglandine è estremamente bassa.

Se il trattamento non viene eseguito rapidamente, gli effetti tossici dei batteri saranno fatali in molti casi.

Se la cervice è chiusa, è possibile che l’utero si rompa, riversando l’infezione nella cavità addominale. Anche questo sarà fatale.

La piometra nel cane è una condizione medica grave che richiede un trattamento tempestivo.

Leggi anche: Allevatori contro “Cucciolate Fai Da Te Low Cost”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *