In attesa dei cuccioli chocolate Hope x Asia

    In attesa dei cuccioli chocolate Hope x Asia

    In programma per la primavera 2016 la cucciolata 100% chocolate di altissima genealogia tra la nostra magnifica SWEET HOME ALABAMA (ASIA) (AFRICA CHOCOLATE TEMPTATION x FAUCHON DU CASTEL DU TRAMBLAY) e il nostro principe ROSEMADE KILKENNY (HOPE) (It. Ch. TWEEDLEDUM HEAVILY HOPPED x WARRINGAH’S MILAWA) bellissimo maschio chocolate, ottima struttura, estremamente equilibrato.

    HOPE è un esemplare morfologicamente perfetto… chi ha avuto la fortuna di conoscerlo ha potuto constatare il suo dolcissimo carattere e il temperamento molto equilibrato: doti che ha ricevuto dal suo grandissimo padre LUPPOLO Campione Italiano e Internazionale di Bellezza.

    …continua

    Distruzione di oggetti? Come abituarlo per gradi

    Distruzione di oggetti? Come abituarlo per gradi

    Mi ricollego ad un articolo scritto qualche tempo fa che spiegava i motivi per cui un labrador può distruggere oggetti in casa quando non ci siamo spesso individuabile in noia o più raramente come ansia da separazione.

    Oltre a mordere mobili e oggetti, il nostro cucciolo potrebbe iniziare a ululare e abbaiare ripetutamente: questo è un altro sintomo frequente di fobia da solitudine.

    Ricordiamoci sempre che “il mordere” è un’azione del tutto normale: fin da cuccioli i cani sono stimolati a livello sensoriale attraverso la bocca, quindi per loro masticare è l’unica cosa da fare e se da questa azine ricava un’immediato piacere sarà portato a ripetere il gesto ogni volta che qualcosa lo disturba o non lo soddisfa.

    Qual è dunque la ricetta per evitare la distruzione di oggetti quando il cane si trova in casa da solo? …continua

    Come educare il cucciolo al guinzaglio

    Come educare il cucciolo al guinzaglio

    Qualche giorno fa abbiamo visto come uomo e cane abbiano abitudini diverse in natura e si muovono con differenti obiettivi: l’uomo procede in modo lineare verso una meta mentre il cane adulto o il cucciolo (ancora di più) insegue piste e odori zigzagando, cambiando spesso direzione e aumentando o diminuendo l’andatura.

    La tecnica dello “Stop and Go”

    Tutti questi fattori contrari al corretto camminare al guinzaglio, tanto di origine naturale quanto prodotti da errati processi di apprendimento, possono essere contrastati solo con un progressivo insegnamento fatto di rinforzi positivi  e di interruzioni. …continua

    Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    Leptospirosi: malattia grave che può colpire cane e uomo

    La Leptospirosi è una malattia grave che può colpire il cane e l’uomo i quali si infettano assumendo acqua contaminata da urina di topi, ratti, roditori e di altri animali infetti.

    La Leptospirosi è una malattia che può essere fatale e che deve essere controllata con adeguate misure preventive. La Leptospirosi è una malattia provocata da un batterio che si chiama Leptospira interrogans.

    Questo germe che si riproduce nell’organismo di molti animali infetti, viene diffuso nell’ambiente con le urine, contaminando le acque di pozzanghere, scoli e fontane o di terreni umidi (fanghi e pantani).

    Nell’acqua e nei terreni umidi il germe può sopravvivere per mesi e infettare diverse specie di animali e l’uomo. …continua

    Perche il nostro labrador tira al guinzaglio?

    Perche il nostro labrador tira al guinzaglio?

    Una delle principali domande che ci vengono rivolte da parte dei proprietari, riguarda la possibilità di far smettere il proprio cane di “tirare” al guinzaglio.

    Prima di esaminare le tecniche per insegnare al nostro fedele compagno a camminare correttamente accanto a noi, bisognerebbe chiedersi quali siano le ragioni di tanta trazione.

    Le cause per cui un cane “tira” al guinzaglio possono essere molteplici.

    In primo luogo, il nostro cane non nasce per essere collegato al conduttore umano attraverso uno strumento di controllo e contenimento quale è il guinzaglio perchè, in natura, non esistono questi mezzi di gestione forzata.

    In relazione a ciò, emerge una seconda causa inerente alla trazione del guinzaglio che si riferisce alla ordinaria deambulazione del cane. …continua

    L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    L’importanza della sterilizzazione: guardiamo oltre!

    Questo delicato argomento a volte può creare dubbi in molte persone e far credere che sia una forzatura contro natura… tuttavia prima di esprimere considerazioni senza avere un quadro più ampio della situazione.

    Per principio questa dovrebbe essere sempre una scelta consapevole e d’amore per il bene dei nostri fedeli compagni di vita nonché un segno di responsabilità etica e civile, indipendentemente se il nostro cane sia di razza o no (pregiudizi e leggende da sfatare).

    Certo è che la questione riguardante la scelta di un cane maschio o femmina perde un po’ del suo significato di fronte all’ipotesi della sterilizzazione chirurgica.

    A mio avviso la scelta della sterilizzazione dovrebbe essere presa in considerazione non tanto per evitare possibili gravidanze indesiderate: per questo è sufficiente prestare un pò di attenzione nei periodi di calore della femmina, bensì per ridurre diverse patologie che si potrebbero presentare quando il nostro cane sarà anziano. …continua

    Capire il carattere: il test di Campbell

    Capire il carattere: il test di Campbell

    Ci tengo a precisare che il comportamento e il carattere del cane adulto è la conseguenza delle esperienze vissute durante la crescita (regole e ruoli sociali): non esistono cuccioli pestiferi a priori ma solo padroni non adatti o non pronti alla convivenza con un essere così speciale che richiede sacrifici e impegno quotidiani.

    Poco meno di una cinquantina di anni fa lo psicologo canino William E. Campbell mise a punto un test comportamentale per la selezione del cucciolo che, ancora oggi impiegato, può fornire informazioni circa il temperamento del giovane cucciolo.

    La prova, articolata in cinque passaggi, può essere eseguita in maniera alquanto semplice e ha come finalità il corretto abbinamento tra cani e persone per favorire una serena convivenza tra il soggetto e la famiglia in cui il cucciolo si troverà a vivere. …continua

    Differenze caratteriali nella relazione con l’uomo

    Differenze caratteriali nella relazione con l’uomo

    Maschio o Femmina? Il sesso è un importante fattore da tenere in considerazione quando si decide di adottare un nuovo amico a quattro zampe… anche quando si tratta di una razza come questa che è quanto di megli osi possa chiedere come cane da compagnia.

    In genere, le femmine hanno un carattere più dolce e sono più tranquille quando incontrano altri cani, mentre i maschi sono a volte più indisciplinati.

    Premesso che è sempre sbagliato generalizzare o banalizzare, perchè ogno storia a sé e nella scleta entrano in gioco fattori di vario tipo, le differenze sostanziali tra maschi e femmine sono essenzialmente di tipo morfologico, fisiologico e caratteriale. …continua

    Cuccioli in famiglia: l’educazione del bambino

    Cuccioli in famiglia: l’educazione del bambino

    L’apprendimento, la salute, le relazioni sociali, i benefici e il ruolo determinante dei genitori.

    In Italia, crescono le famiglie nelle quali vivono uno o più animali: una percentuale crescente del 70%.

    Il cane, ancora una volta è protagonista di questo cambiamento culturale che porta con sé notevoli benefici ma esige anche impegno e dedizione affinché le relazioni sociali e quelle famigliari siano felici e rispettose del benessere di tutti.

    In particolare, la relazione “bambino – cane” necessita una considerazione approfondita in quanto gli attori in campo sono soggetti vulnerabili, facilmente manipolabili e affidati senza ombra di dubbio alle cure degli adulti che gravitano intorno a loro. …continua

    Allevare con serietà, il costo di un cucciolo con le carte in regola

    Allevare con serietà, il costo di un cucciolo con le carte in regola

    Molte persone restano sorprese quando scoprono che un cucciolo di razza, abbia un costo non indifferente rispetto a cuccioli che spesso si trovano sugli annunci di privati a poche centinaia di euro, spesso consegnati senza uno straccio di documentazione che ne attesti l’appartenenza alla razza (pedigree) o senza un’opportuna conoscenza della razza, delle patologie ereditarie e di come gestire il cucciolo nei primi mesi di vita.

    Un allevatore che svolge questa attività con passione compie tantissimi sacrifici per migliorare la propria “idea di Labrador” sia morfologicamente che caratterialmente.

    Il commerciante, il negozio o il “cagnaro” che vende cuccioli senza pedigree solo per lucro peggiora la razza e il lavoro di tante persone perché l’importante è vendere e poi tanti saluti!

    Indicativamente il prezzo di un cucciolo di labrador da un allevamento serio può oscillare dalle 1.000 alle 1.500 euro. …continua